Il digitale a supporto dei CFO

6 dicembre 2018

Marina Pomero, CFO di Intesa (Gruppo IBM), ci ha raccontato sfide e vantaggi dell’utilizzo di tecnologie a supporto dei processi finanziari.

L’IBM Institute for Business Value (IBV) ha recentemente intervistato più di 2.100 CFO di aziende nel mondo e ne ha pubblicato i risultati  nella survey Global C-Suite Study 2018*. Sono emersi spunti interessanti, tra cui alcuni relativi al ruolo del CFO, percepita sempre più come una figura chiave con un nuovo mandato rispetto al passato per collaborare alla direzione strategica dell'impresa.

Dai dati presentati notiamo che quasi la metà dei CFO ha segnalato che le loro organizzazioni sono indietro nell’attuare i cambiamenti necessari, mentre invece i CFO delle organizzazioni leader di mercato stanno affrontando le sfide della trasformazione digitale e dei mercati attraverso questi tre semplici passi:

  1. Innovare con i partner adottando modelli di business basati su piattaforme decisionali e previsionali.
  2. Collaborare con altri C-level per rendere le loro organizzazioni più agili.
  3. Sfruttare i dati a disposizione per guidare la crescita, riducendo i costi e gestendo i rischi.

Sono emersi tre profili standard di CFO, che sono stati denominati “Reinventors, Practitioners e Aspirationals”**. Le organizzazioni che comprendono questi archetipi appartengono alle diverse fasi della Digital Reinvention™***, ovvero il processo di digitalizzazione interno e stanno valutandone le potenzialità in termini di strumenti da adottare, integrazione con sistemi IT preesistenti e training interni.

Partendo quindi da questo scenario di mercato, abbiamo avuto modo di intervistare Marina Pomero, CFO di Intesa (Gruppo IBM), che svolge questo ruolo in azienda dal 2005, e che ci ha dato la sua opinione sulla suvery citata sopra e sulle tecnologie che supportano l’operatività quotidiana del suo team. Gli obiettivi di business rimangono ovviamente il suo focus principale e concorda con quanto riportato nello studio, in particolare sulla collaborazione con le altre funzioni aziendali strategiche come Sales, Marketing e HR.

Il suo team ha attuato nell’ultimo anno un cambiamento significativo all’interno dei processi di fatturazione, sia per adempiere agli obblighi di legge, per cui, come risaputo, sarà obbligatoria in Italia da gennaio 2019 la digitalizzazione delle fatture, sia per facilitare l’esecuzione degli stessi. Alcuni periodi dell’anno, come i primi trimestri, risultano essere critici per il carico di attività che richiede un processo di fatturazione, come ad esempio caricamento e invio al Sistema di Interscambio (SdI), e le tecnologie possono essere d’aiuto e svolgere funzioni di semplificazione e trasmissione. I vantaggi che emergono da questa evoluzione sono legati principalmente alla riduzione dei costi e alla registrazione delle fatture senza che si possano verificare errori manuali e umani.

Marina ritiene infatti che “i processi aziendali digitali favoriscono lo scambio di informazioni strutturate in azienda e agevolano le relazioni con i nostri clienti e i fornitori. Inoltre, la grande mole di dati generata abilita analisi approfondite a supporto delle decisioni strategiche in tema di investimenti e razionalizzazione costi”.

I benefici della digitalizzazione comprendono inoltre la riduzione di possibili rischi e un risparmio delle tempistiche inerenti alla gestione di documenti cartacei, oltre che in processi di fatturazione specifici come il ciclo passivo, che impatta nello specifico i normali sistemi di contabilità aziendale.

Il successo in questo ambito richiede inoltre cambiamenti delle modalità di lavoro all'interno delle funzioni Amministrazione, Finanza e Controllo.

Questa esperienza ci conferma quindi come i percorsi di digitalizzazione di alcuni funzioni aziendali possano essere fondamentali per supportare crescita e obiettivi di business e ci auspichiamo che molte aziende italiane intraprendano analoghe iniziative.

 

*Fonte: www.ibm.com

**Fonte: public.dhe.ibm.com

***Fonte: www-935.ibm.com

 


A cura di:

Iscriviti alla newsletter

Per confermare l'iscrizione, controlla la tua email


*Campo Obbligatorio

Share This