In cerca di digitalizzazione? Arriva il voucher per le PMI

30 novembre 2017

E’ disponibile il bonus per chi decide di investire nel digitale.

Il governo italiano ha disposto una nuova misura agevolativa per micro, piccole e medie imprese. L’iniziativa è finalizzata a promuovere l’adozione di interventi di digitalizzazione dei processi aziendali e di ammodernamento tecnologico attraverso il modello del rimborso delle spese sostenute, fino a 10 mila euro, tramite concessione di un Voucher.

 

Per cosa è utilizzabile?

Il Voucher finanzia l’acquisto di software, hardware e/o servizi specialistici che consentano di:

  • migliorare l’efficienza aziendale;
  • modernizzare l’organizzazione del lavoro mediante strumenti tecnologici;
  • sviluppare soluzioni di e-commerce;
  • fruire della connettività a banda larga e ultra-larga o del collegamento alla rete internet mediante la tecnologia satellitare;
  • realizzare interventi di formazione qualificata del personale nel campo ICT.

 

A chi è destinato?

Ciascuna impresa italiana può beneficiare di un unico Voucher, nella misura massima del 50% del totale delle spese ammissibili. Le richieste possono essere effettuate da tutte quelle aziende che:

  • non sono sottoposte a procedura concorsuale, di fallimento, di liquidazione (anche se volontaria), di amministrazione controllata, di concordato preventivo;
  • appartengono a tutti i settori di attività economica, ad eccezione dei settori di produzione primaria di prodotti agricoli, di pesca o acquacoltura (tuttavia, se svolgono attività economiche considerate ammissibili e possiedono un adeguato sistema di separazione delle attività o di un sistema contabile che assicuri la distinzione dei costi, possono anch’esse beneficiare del Voucher);
  • hanno la sede legale e/o unità locale attiva in Italia e sono iscritte al registro delle imprese;
  • non sono soggette ad un ordine di recupero dichiarato dalla Commissione Europea per aiuti illegali;
  • e inoltre da tutti gli studi professionali e i liberi professionisti strutturati come impresa e iscritti al Registro delle Imprese.

Queste micro, piccole o medie imprese, indipendentemente dalla forma giuridica e dal regime contabile adottato possono presentare richiesta per il Voucher.

 

Come funziona?

È necessario presentare domanda tramite la procedura informatica che verrà attivata dal Ministero dello sviluppo economico, a partire dalle ore 10.00 del 30 gennaio 2018 e fino alle ore 17.00 del 9 febbraio 2018. Dal 15 gennaio però, sarà già possibile accedere alla procedura e compilare la domanda.

Per l’accesso è richiesto il possesso della Carta nazionale dei servizi, di una casella di posta elettronica certificata (PEC) attiva e la registrazione nel Registro delle imprese.

Entro 30 giorni dalla chiusura dello sportello il Ministero adotterà un provvedimento cumulativo di prenotazione del Voucher, su base regionale, contenente l’indicazione delle imprese e dell’importo dell’agevolazione prenotata, fino all’esaurimento dei fondi stanziati (100 milioni di euro). Gli acquisti ammissibili al rimborso devono essere effettuati successivamente alla prenotazione del Voucher.

Ai fini dell’assegnazione definitiva e dell’erogazione del rimborso, l’impresa iscritta nel provvedimento cumulativo di prenotazione deve presentare, entro 30 giorni dalla data di ultimazione delle spese e sempre tramite l’apposita procedura informatica, la richiesta di erogazione, allegando anche i titoli di spesa.

Dopo le verifiche istruttorie previste dalla normativa, l’importo del Voucher sarà erogato direttamente dal Ministero in un’unica soluzione ed in relazione ai titoli di spesa risultati ammissibili.

 

La normativa di riferimento.

La disciplina attuativa della misura è stata adottata con il decreto interministeriale 23 settembre 2014. Con decreto direttoriale 24 ottobre 2017 sono state definite le modalità e i termini di presentazione delle domande di accesso alle agevolazioni.

Decreto direttoriale 24 ottobre 2017

 

Sono state numerose le iniziative strategiche varate dal Governo negli ultimi anni, tra queste il piano banda ultra-larga per migliorare la connettività nel nostro Paese oppure il piano crescita digitale della PA a cui afferiscono grandi progetti come la fatturazione elettronica e SPID. I piani agevolativi come Industria 4.0 o il Voucher per le PMI sono un ulteriore valido strumento per accelerare la ripresa del tessuto industriale ed imprenditoriale italiano.

Intesa, parte del gruppo IBM, promuove e supporta i progetti di trasformazione digitale in azienda, sia a livello nazionale che internazionale; le nostre soluzioni consentono di adottare processi aziendali più snelli e rendere il business più efficiente.

Scopri cosa possiamo fare per la tua azienda visitando il nostro sito e contattaci per ulteriori approfondimenti.

Guarda la nostra Guida al digitale

Fonte: Ministero dello sviluppo economico

Iscriviti alla newsletter

Per confermare l'iscrizione, controlla la tua email

Privacy Policy

*Campo Obbligatorio

Share This