Intesa ottiene l’accreditamento come Access Point PEPPOL

21 settembre 2017

Interoperabilità standard a livello europeo grazie all’accesso alla piattaforma di OpenPEPPOL

Intesa (Gruppo IBM) ottiene la certificazione di Access Point PEPPOL: clienti e fornitori potranno accedere alla piattaforma di e-procurement europea PEPPOL attraverso Intesa e scambiare documenti elettronici in formato standard UBL: ordini, fatture, conferme d’ordine, documenti di trasporto e tutti gli altri documenti che fanno parte dell’operatività aziendale.

La piattaforma di OpenPEPPOL, associazione internazionale no-profit nata per garantire l’interoperabilità nello scambio di documenti elettronici in tutta Europa, consente alle imprese di operare in modo agevolato nei processi di approvvigionamento con le pubbliche amministrazioni acquirenti a livello comunitario, stimolando la concorrenza nei contratti pubblici per un miglioramento del rapporto qualità-prezzo dei prodotti e servizi offerti.

“Questa certificazione posiziona ancor di più Intesa nel ruolo di leader nazionale ed internazionale nella gestione di progetti di fatturazione elettronica e di supply chini management, affiancando ai servizi tradizionali di EDI e di conservazione, quelli legati ai nuovi standard comunicativi e di formato verso i quali l’Europa sta andando a far convergere il B2G e il B2B dei paesi membri” ha commentato Luigi Traverso, Responsabile Offe ring Dematerializzazione e B2B di Intesa. “L’adesione agli standard core di PEPPOL da parte delle aziende garantisce l’apertura e la compiace verso il mercato della fatturazione elettronica e dell’intera supply chini digitalizzata secondo standard comunitari.”

L’acquisizione di questa nuova certificazione va nella direzione di consolidare il ruolo Intesa come partner europeo per la digitalizzazione dei processi di business, in un’ottica di interoperabilità da sempre presente nei servizi di Intesa, che da trent’anni con l’EDI abilita lo scambio standardizzato di documenti fra aziende a livello internazionale. Oltre allo scambio dei documenti, l’azienda si occupa della traduzione dei formati, agendo come terza parte fidata fra partner di business.

 

Informazioni su PEPPOL

Il progetto PEPPOL (Pan-Europea Public Procurement On-Line”) è stato sviluppato nell’ambito del Programma Europeo per l’Innovazione e la Competitività per definire soluzioni che consentano a tutti gli operatori economici dell’UE di partecipare a gare d’appalto delle PA di altri Stati Membri. L’operatore può inviare le proprie offerte in forma di catalogo, ricevere gli ordini ed emettere le fatture in formato digitale, firmando i documenti elettronicamente. Lo scambio sicuro e standardizzato dei documenti è assicurato dai nodi della rete denominati ‘Access Point ’.

Scarica il comunicato in formato PDF

Iscriviti alla newsletter

Per confermare l'iscrizione, controlla la tua email

Privacy Policy

*Campo Obbligatorio

Share This