Seleziona una pagina
30.06.2020

L’era del Tech for Humans

La vision di Intesa per l’innovazione nel “new normal”

Il lockdown è stato il banco di prova della digitalizzazione in Italia e ci ha costretto a riflettere sul nostro rapporto con la tecnologia, l’innovazione e l’uomo. Per una ripartenza lungimirante, servono nuovi modelli di business che riportino al centro l’umanità, la sostenibilità e l’etica.

La pandemia ha cambiato tutto. Il 2020 sarà ricordato come uno spartiacque nell’epoca moderna, lasciando un segno pari a quello dell’11 settembre 2001. Eravamo abituati a vivere in un mondo in cui i virus letali esistevano solo nei film d’azione. Il Covid-19 ci ha insegnato che non possiamo dare nulla per scontato: la nostra quotidianità, il nostro lavoro, la nostra economia e i nostri piani.

Tech for Humans, l’innovazione per l’uomo

L’effetto congiunto del distanziamento fisico e della “dipendenza” dal digitale che abbiamo vissuto in questo periodo ci ha portato a riflettere sull’importanza dei rapporti umani e del nostro rapporto con la tecnologia. A risultato di ciò, nel “new normal” che si sta aprendo davanti a noi emerge anche una nuova interpretazione di innovazione e di trasformazione digitale, in cui l’uomo è messo al centro.
Nell’era del post-Covid si auspica che l’innovazione sarà guidata dai bisogni e dal benessere dell’uomo in chiave evolutiva. L’umanità, la sostenibilità, l’etica troveranno molto più spazio all’interno della trasformazione digitale; è l’ora del Tech for Humans.

Modelli di business per il post-coronavirus

Il lockdown è stato, sotto gli occhi di tutti, un banco di prova della digitalizzazione: chi aveva già pensato di crearsi un modello di business resiliente, portando i flussi di lavoro su piattaforme digitali in cloud che permettessero lo smart working, ha potuto godere di un netto vantaggio rispetto a chi era legato esclusivamente alla fisicità dell’ufficio e dei documenti. Chi era rimasto indietro, o è riuscito a recuperare il terreno mancante in breve tempo o è rimasto impigliato nella rete Covid-19.

L’esperienza delle persone, dunque, dovrà avere un ruolo fondamentale nelle decisioni strategiche delle aziende nei prossimi mesi: sarà importante quindi investire nella user experience, in approcci innovativi al design dei processi (design thinking, co-creation e co-sviluppo) e in soluzioni sempre più personalizzate e vicine all’utente, anche grazie all’integrazione dell’artificial intelligence.

Arrivati a questo punto, non si può tornare indietro: è questo il momento di consolidare i nuovi modelli di business con scelte lungimiranti e strategiche. Per continuare sulla strada tracciata dalla nuova normalità, per le aziende sarà fondamentale adottare tool di collaboration e piattaforme digitali scalabili, in grado di far accedere più utenti allo stesso flusso documentale, in qualsiasi momento e ovunque si trovino. Solo così si potrà essere veloci nel reagire alle evoluzioni di mercato ancora incerte.

Cura delle persone ed efficienza operativa: le linee strategiche di Intesa

All’inizio dell’epidemia la priorità di Intesa è stata fin da subito tutelare i dipendenti, attivando lo smart working già da fine febbraio. L’integrazione dello smart working in Intesa è un percorso iniziato da diverso tempo, assieme a una sempre maggiore valorizzazione della sostenibilità (economica, sociale ed ambientale), della trasparenza e dell’etica, tutti valori riassumibili nel concetto di “trust”, fiducia.

Intesa ha inoltre avviato il programma InWellness, dedicato al benessere dei dipendenti, che prevede delle attività negli ambiti della nutrizione, dello sport e del working smart. L’obiettivo del programma è quello di accrescere la soddisfazione e la motivazione dei dipendenti, in un’ottica di valorizzazione del capitale umano e nella convinzione che l’impresa sia fatta principalmente di persone: se sono in salute le persone che formano l’azienda, lo sarà anche l’azienda stessa.
Ai più giovani è stato poi dedicato un ulteriore programma, InTribe, la community under 35 di Intesa. Uno spazio in cui le risorse più giovani possono sentirsi liberi di esprimere idee, condividere esperienze e trovare opportunità di crescita professionale e personale attraverso eventi periodici e workshop non necessariamente legati all’attività lavorativa.

Infine, Intesa si pone l’obiettivo di contribuire a creare un nuovo modo di vivere il business, aiutando le aziende a percorrere la strada dell’innovazione sostenibile, per una ripartenza consapevole, ragionata e soprattutto umana.

Potrebbero interessarti