Logistica e Sanità: tutti i benefici!

8 aprile 2016

Nel mondo Sanitario affiorano le opportunità legate alla logistica.

La  Sanità è in fermento e chiede Servizi e Soluzioni in grado di soddisfare le richieste di trasformazione dei processi legati alla propria Supply Chain. In quest’ottica sempre più si sente parlare di importanti possibilità di risparmio legate alla dematerializzazione dei documenti ed alle soluzioni IT per incentivare la collaborazione e lo scambio di informazione tra i vari attori della filiera.

Logistica e Sanità: tutti i benefici

Questo comporta un grande aumento dell’importanza del settore della Logistica e della gestione dei materiali, aprendo anche la strada ai sistemi di automazione per il magazzino. Ed Intesa Spa opera in questo settore da molti anni.

Nel mondo Sanitario affiorano le opportunità legate all’outsourcing, anche se ancora largamente inesplorate, soprattutto negli aspetti di supporto alla filiera. Il settore della Logistica supporta a largo spettro anche i processi ospedalieri, partendo dalle fasi di acquisto fino alla gestione e consumo dei materiali e trovando anche in quest’ambito degli spazi estremamente rilevanti di risparmio e di ottimizzazione dei processi end-to-end. Inoltre, la dematerializzazione documentale incentiva la collaborazione e lo scambio delle informazioni lungo la filiera sia di farmaci che dispositivi medici, intrecciandosi strettamente con l’opportunità di tracciare e certificare trasporti e consegne.

In quest’ottica, è scesa in campo anche la Legge. Infatti, grazie alla Direttiva 2011/62/UE, i farmaci si avvicinano ad avere un identificativo univoco per singola confezione ed omogeneo a livello internazionale. Si tratta di un esempio interessante per i benefici da apportare al sistema su più fronti: costi, scorte, produttività, trasparenza e anticontraffazione, grazie all’identificazione univoca della singola confezione farmaceutica e quindi alla sua tracciabilità.

Logistica e Sanità: tutti i benefici

I paesi dell’Unione Europea sono ancora in attesa della pubblicazione sul Gazzettino Ufficiale degli Atti Delegati della Direttiva 2011/62/UE, il più importante atto legislativo comunitario che riguarda la lotta alla contraffazione al fine di impedire l’ingresso di medicinali falsificati nella catena di fornitura legale. La Commissione Europa li ha però approvati lo scorso ottobre, compiendo un significativo passo in avanti sul fronte della tracciabilità farmaceutica in Europa.

L’autenticità del farmaco sarà, quindi, garantita da un sistema end-to-end di verifica, che funzionerà con due grosse movimentazioni del dato: ci sarà un controllo a monte, da parte dei distributori all’ingrosso, e uno a valle, che chiamerà in causa i farmacisti.

Il sistema di tracciabilità delle merci permette la fornitura sicura di farmaci originali e affidabili, impedendo frodi e permettendo la visibilità di tutti i prodotti dalla loro origine sino alla dispensazione al paziente. Consente di individuare dove si trovano i prodotti all’interno della catena produttiva, logistica e distributiva. Inoltre, è possibile tracciare ogni transazione sin dal momento della produzione o dell’importazione e quindi individuare anche l’ingresso e l’uscita di ogni singola confezione di medicinale, registrando così l’ultima movimentazione con l’ora e lo stato del prodotto. Una soluzione che sappia includere dematerializzazione e tracciabilità. In questo ambito il Delivery Control di Intesa permette notevoli risparmi, ad esempio: l’eliminazione dei costi legati alla carta ed alla sua gestione, annullamento degli errori o mancanze in fase di carico e scarico, aumento dell’efficienza e della visibilità.

L’outsourcing del servizio di Logistica del farmaco e dei medical device quindi garantisce una serie di vantaggi evidenti per le strutture sanitarie: trasformazione di costi fissi in costi variabili, recupero di spazi e personale da destinare ad altre attività “core”, garanzia della totale compliance normativa. Si migliora la gestione degli spazi e si ottimizzano le scorte, eliminando le duplicazioni e riducendo il fermo dei farmaci e dei dispositivi medici. Da non sottovalutare è inoltre l’aumento della sicurezza della filiera, grazie alla tracciabilità dell’intero flusso e al controllo delle condizioni di conservazione dei prodotti.

La presenza di Certification Authority quali Intesa, all’interno del sistema di dematerializzazione e tracciatura, garantisce infine una riduzione pressoché totale di contenziosi e contestazioni, la possibilità di archiviare e conservare a norma tutta la documentazione con un’unica soluzione.

A testimonianza dell’accelerazione avuta in questo campo, varie realtà si stanno muovendo: eventi come l’ultimo convegno “L’efficienza della gestione dei processi sanitari”, che il 9/9/2016 arriverà alla sua VII edizione, confermano questa tendenza, così il muoversi in questa direzione di ospedali come l’IRCCS Ospedale San Raffaele di Milano o l’Ospedale Valduce di Como.

Iscriviti alla newsletter

Per confermare l'iscrizione, controlla la tua email


*Campo Obbligatorio

Share This