Seleziona una pagina

Innovazione digitale per il settore healthcare
Il valore di una filiera integrata

Storie di successo

Il Consorzio DAFNE è una comunità B2B no profit costituita nel 1991 da aziende farmaceutiche e distributori intermedi del farmaco. Attualmente coinvolge all’interno della sua comunità oltre 700 organizzazioni, con l’obiettivo di favorire lo sviluppo e la diffusione di soluzioni digitali a supporto della filiera healtcare.

L’attività principale del Consorzio consiste nel favorire l’interscambio dei documenti del ciclo dell’odine in un formato elettronico, strutturato e standard attraverso la piattaforma CONDAFNE, che assume un ruolo centrale all’interno di una filiera che coinvolge attori diversi facenti parte di un unico ecosistema. Il Consorzio non si limita ad erogare servizi digitali tramite la sua piattaforma dedicata, ma offre anche ai propri consorziati servizi di formazione tramite workshop, webinar, newsletter; progetti di filiera con il supporto di un comitato tecnico, la partecipazione a tavoli istituzionali, banche dati; servizi a valore quali smart portal, conservazione, fatturazione elettronica…

La congiunzione tra i nuovi obblighi normativi e le innovazioni tecnologiche, con il supporto di partner tecnologici come Intesa, possono rendere uno scenario in continuo cambiamento un’enorme opportunità per il miglioramento dei processi dell’ecosistema dell’intera filiera.

Un ecosistema variegato (315 partner)

I principali obiettivi del progetto

Creazione di una piattaforma di scambio dei documenti del ciclo ordine-pagamento tra i membri della filiera.

Creazione di un portale WEB in grado di integrare funzionalità che non debbano essere implementate sui sistemi di ciascuna azienda.

Fare emergere il valore della filiera, intesa come insieme di attori all’interno di un unico ecosistema.

Migrazione semplice dalla precedente piattaforma alla nuova da parte di tutti i consorziati.

Predisposizione di una piattaforma in grado di integrare agilmente moduli evolutivi, che rispondono a necessità di adeguamenti normativi (come NSO) ed evoluzioni tecniche (come le tecnologie di frontiera quali blockchain, Artificial Intellingence e Internet of Things).

“Siamo in uno scenario di grandi cambiamenti normativi a livello italiano e internazionale. Il Consorzio Dafne supporta il proprio ecosistema nel cogliere le opportunità offerte dal digitale e ricavare benefici nella gestione dei processi aziendali”.

 

Daniele Marazzi – Consigliere Delegato Consorzio DAFNE

La soluzione

Nell’ottica di consentire al proprio ecosistema un costante adeguamento alle normative nazionali e internazionali, Consorzio DAFNE aveva l’esigenza di rivedere totalmente la propria piattaforma di scambio, al fine di implementare nuove funzionalità nell’ambito del ciclo ordine-pagamento e renderle disponibili in tempi brevissimi.

Intesa (Gruppo IBM), selezionata dal Consorzio come partner tecnologico, si è occupata di progettare e co-creare la nuova piattaforma di scambio CONDAFNE, consentendo alle aziende del Consorzio di migrare dalla precedente piattaforma in modo semplice, replicando in modo trasparente le funzionalità tecniche ed integrando nuovi servizi e strumenti a valore. La migrazione ha coinvolto più di 300 aziende in poche settimane, un successo in termini di velocità e onboarding tecnologico.

La piattaforma CONDAFNE oggi rende disponibili soluzioni che soddisfano le esigenze di compliance con le attuali normative (a partire dalla fatturazione elettronica, obbligatoria dal 1°gennaio 2019) ed è aperta alle implementazioni necessarie per indirizzare le esigenze future, sia normative, in linea con i requisiti del settore e le regole tecniche dettate dal MEF, che tecnologiche, a partire proprio da blockchain, AI e IoT.

I benefici

Oltre ai benefici legati allo scambio documenti del ciclo dell’ordine in formato standard, la piattaforma CONDAFNE offre i seguenti vantaggi:

  • La possibilità di estendere la digitalizzazione e lo scambio a tutti i documenti aziendali.
  • L’adempimento della normativa relativa al Nodo Smistamento Ordini in vigore dal 1 ottobre 2019.
  • L’abilitazione allo scambio dati internazionale grazie al collegamento con PEPPOL.
  • La possibilità di usufruire di soluzioni innovative e certificate.
  • Il costante adeguamento normativo senza grandi impatti sui sistemi informativi. 
  • La possibilità di usufruire una piattaforma in continua evoluzione ed aperta ai prossimi scenari, che vedono dominare nuove tecnologie, a partire dalla blockchain.

Salute e innovazione: sono gli elementi chiave di Consorzio Dafne per abilitare l’innovazione digitale nella filiera Healthcare