Il percorso di trasformazione digitale del Consorzio DAFNE

28 giugno 2018

Un vero passo in avanti verso l’innovazione della filiera healthcare.

Il Consorzio DAFNE, ente no profit costituito nel 1991 da Aziende Farmaceutiche e Distributori Intermedi del Farmaco, oggi coinvolge oltre 500 organizzazioni: Aziende di Produzione, Distributori Intermedi, Depositari e Strutture Sanitarie. I suoi principali servizi sono storicamente legati all’interscambio in formato elettronico strutturato standard dei documenti del Ciclo dell’Ordine (Ordini, DDT, Fatture); ma le sue attività vedono ormai consolidati anche i servizi “Colli Standard”, realizzato con il contributo dei Depositari e di Farmadati, e l’impegno nell’ambito della Logistica Collaborativa Integrata.

Oggi il Consorzio DAFNE attraversa una fase di significativa transizione: l’opportunità di ampliare l’offerta di servizi e soluzioni legate all’Innovazione Digitale nella filiera estesa della Salute. L’infrastruttura tecnologica è stata recentemente rafforzata con una nuova piattaforma, CONDAFNE (che entrerà progressivamente a regime entro la fine dell’anno in corso), che permetterà all’ecosistema di adeguarsi agevolmente alle nuove disposizioni in materia di normativa e cogliere con rapidità ed efficacia tutte le opportunità offerte dall’Evoluzione Digitale.

A seguito della presentazione dei risultati dell’Osservatorio “Fatturazione Elettronica & eCommerce B2B” tenutosi a Milano il 26 giugno, da cui sono emerse necessità e opportunità per le aziende italiane di adottare sistemi integrati per la fatturazione elettronica, è stato rilevato che oltre la metà delle aziende investe meno dell’1% del proprio fatturato in progetti di digitalizzazione e una su tre ha ancora come priorità di investimento la sola digitalizzare dei processi interni*. In questo contesto, la fatturazione elettronica obbligatoria tra soggetti privati a partire dal 1° gennaio 2019 potrebbe dare un significativo impulso a ciò che L’Osservatorio definisce “propensione al digitale delle aziende italiane.”

Mentre molte aziende italiane “guardano ma non toccano” la fatturazione elettronica, il Consorzio DAFNE ha fornito un grande contributo anche in fase di sperimentazione per la definizione delle Regole Tecniche emanate dall’Agenzia delle Entrate. Le novità incluse nella Legge di Bilancio 2018 non si fermano però alla sola Fatturazione Elettronica. Con riferimento alla filiera healthcare, è stato introdotto anche l’obbligo per l’invio elettronico degli ordini da parte delle strutture sanitarie pubbliche – farmacie comunali escluse – tramite il Nodo Smistamento Ordini (NSO) del Ministero dell’Economia e delle Finanze (MEF), cui seguirà l’invio elettronico dei DDT. In questo caso, si rimanda a un prossimo Decreto Ministeriale per la definizione delle date, ma le sperimentazioni – che vedono il fondamentale coinvolgimento, attivo e propositivo, proprio del Consorzio DAFNE – sono già in corso da tempo e la direzione è tracciata con chiarezza e determinazione.

“Si tratta di una grande opportunità travestita da nuovo adempimento”, sostiene Daniele Marazzi, Consigliere Delegato. “Come spesso accade, serve un piccolo sforzo per traguardare oltre il velo dell’obbligo normativo e intravedere i benefici, assai significativi, alla portata di chi affronterà questo cambiamento in modo attivo e consapevole”. “Come Consorzio DAFNE – puntualizza Marazzi – abbiamo sviluppato un’offerta per mettere le aziende del nostro ecosistema nelle migliori condizioni per cogliere appieno questa occasione, con semplicità e senza patemi”.

L’importante passo verso la piena digitalizzazione nella Sanità Pubblica del nostro Paese è stato compiuto con un mix di competenze distintive e costante impegno, che da sempre fanno parte del DNA del Consorzio. La nuova piattaforma, oltre al servizio di Fatturazione Elettronica – tra privati B2B e verso la PA – offre anche quello di conservazione digitale a norma per tutti gli altri documenti del Ciclo dell’Ordine.

“Le priorità strategiche che ci siamo dati per il 2018” – afferma Daniele Marazzi – “sono improntate a porre le basi di un ulteriore sviluppo nei prossimi anni, per continuare ad essere precursori del cambiamento, conservando lo spirito pionieristico che da sempre caratterizza il Consorzio DAFNE”.

La decisione di rinnovare profondamente l’infrastruttura attraverso la quale vengono erogati i servizi va interpretata proprio in questa prospettiva e coinvolgerà tutte le aziende consorziate, i partner e gli utenti. La migrazione verso la nuova piattaforma CONDAFNE è già iniziata e costituisce un primo passo verso l’adeguamento alle molteplici novità del quadro normativo e la creazione di un ambiente innovativo su cui costruire nuove e utili funzionalità che gioveranno all’ecosistema e alle aziende che ne fanno parte.

 

* Fonte: Osservatorio Fatturazione Elettronica & eCommerce B2B, Executive Summary, Giugno 2018

Share This