Seleziona una pagina
09.07.2020

L’innovazione in movimento

Nasce InMovement, la nuova soluzione di Intesa per la gestione delle spedizioni in collaborazione con e-motion

Il settore della logistica e dei trasporti ha un’organizzazione complessa, che sta attirando l’attenzione dell’innovazione tecnologica. Intesa (Gruppo IBM) ha creato InMovement, una soluzione per automatizzare l’operatività delle spedizioni grazie all’AI.

L’organizzazione della logistica e dei trasporti è un lavoro complesso, facilmente soggetto a imprevisti (strade interrotte, maltempo, rallentamenti) e parte di una catena ancora più estesa ed elaborata che è quella della Supply Chain. Oltre a essere uno dei pochi mercati che ha continuato a crescere nel 2020 (seppur con un rallentamento del trend) grazie al costante aumento delle esportazioni,* al trasporto delle merci si sta rivolgendo sempre di più l’attenzione dell’innovazione e dell’applicazione di nuove tecnologie.

Anche Intesa (Gruppo IBM) ha ampliato la propria offerta di soluzioni per la Supply Chain e per la logistica creando InMovement, una soluzione all’avanguardia nella gestione dell’operatività delle spedizioni, sviluppata in collaborazione con e-motion. Ecco di cosa si tratta.

Un itinerario sicuro, dall’ordine al reso

La catena logistica è, per sua natura, facilmente soggetta a variabili esterne: la scelta del vettore più adeguato per far arrivare le merci a destinazione, tenendo conto del costo, dei mezzi e dell’affidabilità del corriere, è un compito che oggi richiede alle industrie produttrici svariate ore di lavoro dei collaboratori.

La soluzione di Intesa, InMovement, permette di automatizzare l’intero ciclo logistico, dalla gestione dell’ordine alla fatturazione, dal tracciamento delle spedizioni all’eventuale reso, compresa la scelta del vettore più adatto.
La soluzione è integrata con l’intelligenza artificiale di e-motion. Analizzando i contratti già attivi tra l’azienda e gli operatori logistici e i dati storici di performance, e-motion può fornire in pochi secondi la scelta del vettore più efficiente e produrre automaticamente la lettera di vettura, le istruzioni per la logistica e, dove necessario, la documentazione per l’export.

Inoltre, grazie ai parametri provenienti da altri contratti precaricati in e-motion, si può ottenere il suggerimento del vettore logistico più efficiente ed economico, anche nel caso in cui non vi fosse un contratto già in vigore con l’azienda. InMovement opera poi un controllo dei costi costante, con un monitoraggio dell’andamento delle spedizioni (oneri e supplementi compresi) e il controllo incrociato delle fatture ricevute dai corrieri con le condizioni di contratto pattuite.

Partire in vantaggio

I benefici della soluzione sono tangibili, da subito. Oltre a poter ottenere una pianificazione più rapida delle spedizioni, un’ottimizzazione e riduzione continua dei costi, evitare inefficienze e migliorare la customer experience, nella proposta di InMovement c’è un check-up gratuito iniziale delle spedizioni, che evidenzia sin da subito il risparmio ottenuto con la soluzione. Nel grafico di seguito, tratto da un caso reale, si può notare come l’utilizzo di InMovement e l’intelligenza artificiale e-motion avrebbero potuto suggerire al reparto logistico una rimodulazione delle scelte dei vettori con un risparmio del 22% dei costi di spedizione.

Il viaggio iniziato da OGR Tech

La partnership tecnologica tra Intesa ed e-motion è nata all’interno dell’ecosistema OGR Tech di Torino, dove entrambe hanno sede. Le OGR Tech sono uno spazio nato appositamente per ospitare startup ed aziende tech e favorire così la contaminazione e la nascita di nuove soluzioni innovative.

Richiedi informazioni su InMovement.

*Fonte: Logisticamente.it, Trasporti e logistica: in Italia aumentano addetti e fatturato, ma la crescita rallenta

Potrebbero interessarti