Seleziona una pagina

Digitalizzazione e Industria 4.0: il caso Sintel

18 Dicembre 2019

L’automatizzazione della produzione si sviluppa attraverso l’interconnessione di ogni processo aziendale: dalla gestione delle commesse alla fatturazione elettronica.

Oggi, le sfide che le aziende si trovano ad affrontare su un mercato sempre più globale, riguardano l’integrazione di asset e processi; inoltre richiedono una visione strategica, flessibile, innovativa e orientata al futuro. 

Il processo produttivo è una fase fondamentale per le imprese industriali, per cui avvalersi di una pianificazione avanzata significa incrociare capacità produttiva, disponibilità dei materiali e assegnazione dei turni, oltre che poter monitorare risultati e attività svolte o da svolgere in un unico cruscotto.

Nell’ambito dell’automazione industriale, Software House come Sintel, che progetta e sviluppa Software Integrati da oltre trent’anni, supportano le imprese nel raggiungimento dei massimi livelli di efficienza e produttività nel minor tempo possibile.

Sintel collabora con i suoi clienti grazie ad un performante ERP (Enterpise Resouce Planning), pensato e sviluppato in Italia, che consente di gestire ed integrare i processi di business fondamentali di ogni realtà aziendale. Lo studio e lo sviluppo di Tesi, il Software Sintel, si sono basati sulle esigenze per lo più delle aziende di produzione. L’idea di base è stata mettere a disposizione delle aziende un unico strumento con cui pianificare i processi di produzione, connettere gli impianti e centralizzare l’informazione.

A partire dai dati relativi alla produzione è necessario, per essere efficienti, effettuare un passaggio in più, supportando i clienti attraverso la gestione facilitata di grandi volumi di informazioni, favorendo import ed export e mettendo a disposizione le informazioni, in tempo reale, a tutta l’organizzazione. Attraverso la ricezione dei dati provenienti dalla produzione, l’analisi degli stessi avviene in tempo reale (scarti, analisi, statistiche, rapporto di qualità, fermi linea, ecc.) e tutta l’organizzazione è costantemente aggiornata.

Inoltre, grazie alla connessione al sistema degli impianti di produzione, il monitoraggio delle attività per linea e l’analisi dei tempi di produzione sono garantiti. In questo modo, vi è una gestione completa della Supply Chain, con possibilità di integrare anche i subfornitori esterni e la tracciabilità e la rintracciabilità, con lettori ottici, delle materie prime, dei semilavorati e dei prodotti finiti.

 

Sintel e Intesa (Gruppo IBM),  insieme per la gestione di processi digitali end-to-end

In un’ottica di sempre maggiore efficienza e integrazione, Sintel ha avviato la collaborazione con Intesa per ampliare le funzionalità del proprio servizio, integrando, accanto alla componente di contabilità, anche quella di fatturazione elettronica e conservazione a norma.

Intesa, attraverso la suite Selftrust, ha messo quindi a disposizione alcuni dei suoi micro-servizi. In particolare, Selftrust fattura! ha permesso ai clienti Sintel di gestire, a partire dal proprio ERP, tutto il processo di fatturazione elettronica: dall’invio, alla ricezione delle notifiche e delle fatture, fino alla conservazione delle stesse. Selftrust rende disponibile funzionalità perfettamente adattabili a qualsiasi sistema, semplici, intuitive e a norma, che contribuiscono a eliminare i tempi di data entry e gli errori manuali. La parte di contabilità è gestita in modo trasparente per il cliente direttamente dal cruscotto Sintel. I clienti Sintel, mediante l’uso di Selftrust conserva possono ora conservare, a norma di legge, presso il Conservatore Accreditato Intesa, qualsiasi tipologia di documento, in modo semplice e automatico.

La partnership Sintel-Intesa è nata e continua a crescere e ad evolvere con l’obiettivo di promuovere semplicità ed efficienza negli ambienti di lavoro, attraverso funzionalità evolute e studiate per rendere l’operatività quotidiana sempre più automatizzata e digitale.

Potrebbero interessarti