Seleziona una pagina
Home » Mercato » Settore telecomunicazioni: mercato e digitalizzazione
28.04.2022
| Tempo di lettura: 5 min

Settore telecomunicazioni: mercato e digitalizzazione

Il settore TLC è strategico per l’innovazione del paese, ma esso stesso necessita di investimenti in tecnologie digitali.

L’innovazione tecnologica delle imprese dipende da connessioni veloci, ma anche le imprese che operano nel mercato delle telecomunicazioni necessitano di investimenti per migliorare sempre più i loro servizi. Ecco i trend digitali del settore.

In questo articolo scoprirai:

Provate a pensare a cosa succederebbe se, anche solo per un giorno, tutte le connessioni (wi-fi e da rete mobile) smettessero di funzionare. Basta poco per immaginare una giornata stressante, se non addirittura uno scenario apocalittico, abituati come siamo ad avere sempre una connessione letteralmente a portata di mano.

Eppure, per quanto la disponibilità di internet sugli smartphone sia una realtà consolidata da anni, anche in questo settore la pandemia e il lockdown hanno avuto un impatto notevole: secondo un recente studio di The European House – Ambrosetti* e Wind3, nel 2020 il traffico dati totale è aumentato del +49,5%.

Durante la pandemia la presenza di una copertura internet diffusa ed efficiente sul territorio è diventata indispensabile per sempre più famiglie ma non solo: le imprese che stanno avviando percorsi di trasformazione digitale e dematerializzando i processi sono sempre più dipendenti da servizi di telecomunicazione efficienti e affidabili, la cui importanza strategica è stata riconosciuta anche dal PNRR.

TLC: l’interdipendenza dell’innovazione

I servizi TLC sono dunque fondamentali per l’innovazione delle imprese di ogni settore. Secondo la stessa ricerca di The European House, infatti, la maggiore copertura internet è direttamente correlata a un incremento dell’attrattività del paese, e l’adozione di una connessione veloce corrisponde a una migliore performance delle imprese.

Si viene così a creare un fenomeno che potremmo definire “innovazione interdipendente”: alle imprese servono connessioni veloci e una copertura ampia per continuare il loro percorso nell’innovazione, ma anche le imprese TLC stesse necessitano di investimenti e innovazione per migliorare i loro servizi. Quali sono i trend digitali del settore?

Trend digitali nel settore telecomunicazioni

A rispondere è il Rapporto sulla filiera delle telecomunicazioni in Italia** degli Osservatori Digital del Politecnico di MIlano: al primo posto troviamo l’Artificial Intelligence, seguita da big data e blockchain.

Nell’ambito dell’AI, infatti, le aziende TLC coprono il 12% degli investimenti totali su questa tecnologia, con un aumento anno su anno superiore alla media del mercato nel 2020. Le applicazioni si concentrano principalmente sul customer care, con chatbot e assistenti virtuali, ma anche intelligent data processing e fraud detection.

AI nel TELCO: use case

L’Artificial Intelligence, quindi, è una delle tecnologie più utilizzate per velocizzare i processi di assistenza ai clienti, ma anche per rendere la customer experience più semplice.

La piattaforma di digital onboarding di Intesa, per esempio, utilizza proprio l’AI per verificare che l’utente che sta sottoscrivendo il servizio e il contratto esista realmente e abbia dei documenti di identità validi, veri e non scaduti, grazie a un sistema di face recognition. Ma non solo: l’AI è in grado anche di individuare automaticamente la tipologia di documento che l’utente ha scelto di utilizzare, per poi “catturare” da un’inquadratura tutte le informazioni anagrafiche.

Per approfondire: Digital Self Onboarding dei clienti: come funziona

Non solo AI: digital transaction management

Rimanendo nell’ambito della customer experience, il suo miglioramento passa anche dalla digitalizzazione della transazione documentale, ovvero la finalizzazione dei contratti. Come suggerisce la stessa ricerca dell’Osservatorio, la customer journey dev’essere seamless e coerente, e non può esistere un customer care ottimale senza che anche i contratti possano essere firmati digitalmente, messi a disposizione dei clienti ed essere sempre consultabili in una loro area riservata.

Intesa Sign è la piattaforma di digital transaction management creata da Intesa e che permette la firma digitale dei contratti con firma elettronica avanzata e qualificata con una piattaforma semplice e intuitiva, sia per l’azienda che per il cliente.

 

* The European House Ambrosetti, Il valore del settore telecomunicazioni per il sistema paese

** Osservatori Digital Innovation e Assintel, Rapporto sulla filiera delle telecomunicazioni in Italia

You might be interested

Iscriviti alla newsletter

Novità, iniziative ed eventi dal mondo della trasformazione digitale.

Voglio essere informato su prodotti, servizi e offerte di INTESA.
Ho letto e accetto l'informativa sulla privacy.

È possibile ritirare il proprio consenso in qualsiasi momento inviando una e-mail al seguente indirizzo: privacy_mktg@intesa.it. Oppure, se non si desidera ricevere più le e-mail di marketing, è possibile annullare la sottoscrizione facendo clic sul relativo link di annullamento sottoscrizione, in qualsiasi e-mail.
Per confermare l'iscrizione, controlla la tua email!
Condividi