«La trasformazione digitale cambia le regole del gioco!»

Tecnologia sì, ma anche processi e normative: Emilio Baselice e Franco Tafini intervistati su Specchio Economico.   La digitalizzazione sta portando grandi benefici alle aziende, non solo da un punto di vista economico, ma anche e soprattutto per le opportunità che mette a disposizione in materia di controllo ed ampliamento del business; la sicurezza ed il rispetto della normativa vigente in materia sono i cardini della rivoluzione che stiamo vivendo. Il riferimento alla trasformazione digitale non sta ad indicare la mera scansione di documenti cartacei, bensì afferisce all’intero processo rivisto secondo logiche “nativamente” digitali. Essa riguarda la possibilità intrinseca di connettere, catalogare, e consentire l’elaborazione dei dati; si tratta di rivedere l’azienda in un’ottica “end-to-end”. Dall’Industrial all’Automotive, passando da Distribuzione, Utility, Trasporti, Banche, Assicurazioni e Sanità, tutti i settori sono investiti dalla trasformazione digitale, siano esse piccole, medie o grandi imprese. Di questo e di molto altro parlano Emilio Baselice, Direttore Generale e Franco Tafini, Security Solution Leader nell’intervista su Specchio Economico.   Per leggere l’intervista completa di Emilio Baselice, Direttore Generale, clicca qui. Per leggere l’intervista completa di Franco Tafini, Security Solution Leader, clicca qui. Vuoi scaricare l’intervista in formato PDF? Clicca...

Fatturazione elettronica B2B: tutto quello che non sai!

Cos’è e come funziona la fatturazione elettronica B2B?   Come ben saprai, dal 1° gennaio 2017, prenderà il via la fatturazione elettronica B2B. L’adesione è disciplinata dal Decreto legislativo n. 127 del 2015, secondo cui tutte le imprese italiane potranno scambiare fatture (sia ciclo attivo che ciclo passivo) in modalità elettronica, tramite il Sistema di Interscambio, con i propri clienti e con i propri business partner. Le aziende che si doteranno di strumenti atti ad inviare/ricevere le fatture elettroniche potranno innovare l’intero processo di digitalizzazione. Ciò non significa avere un mero software per il “data entry” bensì un intero flusso di dati completamente dematerializzato. Si tratta della gestione completa del ciclo di fatturazione elettronica, dalla creazione della fattura, all’invio all’Agenzia delle Entrate, fino alla conservazione dei documenti a norma di legge. Si avrà una gestione integrata del processo di fatturazione e di verifica degli stati di ricezione ed accettazione delle fatture stesse. Sarà inoltre possibile ottimizzare la conservazione (in formato digitale) ed eliminare quindi i costi ed i tempi di gestione degli archivi cartacei. Perché conviene alle aziende? Si potrà beneficiare di incentivi riconosciuti dallo Stato secondo quanto disposto dalla normativa vigente in materia. Sono previsti meno obblighi relativi allo spesometro, alle black lists, ai contratti di leasing, e inoltre, si potrà usufruire di rimborsi IVA più veloci. Grazie alla fatturazione elettronica tra privati, ogni azienda potrà avere una gestione strutturata delle informazioni con una forte interoperabilità ed una cospicua riduzione dei costi operativi. Non vanno certo dimenticati i controlli più veloci e meno invasivi da parte degli organi preposti. Si tratta, inoltre, di un fattore abilitante per l’interoperabilità nazionale ed internazionale per lo sviluppo di nuovi mercati. La fatturazione...

Il Sistema di Interscambio si ferma per qualche giorno

Il passaggio dal vecchio al nuovo formato per la fatturazione elettronica blocca temporaneamente il Sistema di Interscambio.   Per consentire il passaggio dal vecchio al nuovo formato per la fatturazione elettronica, il Sistema di Interscambio si fermerà dal 1° all’8 gennaio 2017. In questo periodo non sarà possibile trasmettere le fatture elettroniche e le notifiche tramite il Sistema di interscambio. Quest’ultimo continuerà a consegnare le fatture elettroniche e le notifiche nel vecchio formato già in elaborazione alle PA ed ai Fornitori. In pratica, fino al 31 dicembre le fatture elettroniche dovranno essere trasmesse nel vecchio formato. Il Sistema di Interscambio eseguirà i controlli previsti nel documento “Elenco controlli versione 1.3”  ed entro l’8 gennaio 2017 consegnerà le fatture e, laddove non possibile, produrrà al fornitore l’attestazione di avvenuta trasmissione della fattura con impossibilità di recapito. Dal 9 gennaio 2017 il Sistema di Interscambio accetterà esclusivamente fatture elettroniche nel nuovo formato e applicherà le regole previste nella documentazione tecnica aggiornata. Ma come adeguarsi alle nuove specifiche tecniche? Il formato FatturaPA, utilizzato per la formazione e la trasmissione delle fatture elettroniche verso le Pubbliche Amministrazioni, è stato adeguato per permettere anche la fatturazione elettronica tra privati, a partire proprio dal 1° gennaio 2017. Il nuovo formato sarà utilizzato secondo un unico tracciato XML e sempre attraverso il Sistema di Interscambio. Quest’ultimo sarà a disposizione anche per i rapporti commerciali tra privati, come previsto dal D.lgs. n. 127/2015. Le Pubbliche Amministrazioni e i loro fornitori, oltre a tutti i soggetti che intendono utilizzare il Sistema di Interscambio per la fatturazione elettronica, dovranno quindi configurare i propri sistemi informatici per utilizzare esclusivamente il nuovo tracciato XML ed...

Industria 4.0, un piano governativo per la crescita del Paese. Da dove partire?

Cogliere i vantaggi degli incentivi ed evitare scelte errate che possono avere ricadute negative sul business.   La prima rivoluzione industriale è stata in epoca vittoriana, nota per il primo spostamento del centro d’attenzione dall’agricoltura alla produzione in fabbrica. A partire dalla seconda metà dell’ottocento e fino alla prima guerra mondiale si è parlato invece di seconda rivoluzione industriale, con l’elettrificazione delle fabbriche e le prime produzioni di massa. Temporalmente più vicino a noi troviamo invece la terza rivoluzione industriale, che ha caratterizzato gli ultimi decenni del secolo scorso e che afferisce al passaggio dall’analogico al digitale ma che soprattutto ha posto le basi per la quarta rivoluzione industriale, quella attuale, in cui fabbriche intelligenti utilizzano tecnologie smart e dati in tempo reale per aumentare la produttività e ridurre i costi. Durante un suo intervento al World Economic Forum di Davos nel Gennaio 2015, Angela Merkel ha utilizzato il termine Industry 4.0 per definire “il modo in cui gestiamo rapidamente le correlazioni sempre più intense tra il mondo online e quello della produzione industriale”. Non a caso, il governo tedesco, spinto dalla necessità di mantenere la leadership del Paese, unitamente all’aver compreso le opportunità offerta dalle tecnologie emergenti, è stato tra i primi a varare un piano di sviluppo supportato da corposi incentivi, per favorire l’adozione del digitale all’interno del proprio ecosistema industriale. Come d’altra parte hanno fatto anche Francia e Stati Uniti, che hanno già avviato i loro programmi incentivanti. E l’Italia… che sul fronte della digitalizzazione risulta essere ancora indietro rispetto a molti altri stati membri dell’Unione Europea e a livello globale? Il governo ha varato il...

Apertura del conto online: IG dà avvio alla completa digitalizzazione

IG digitalizza totalmente il processo di apertura del conto online, affidando a noi il progetto.   La firma digitale dei contratti assicura ai servizi online la semplicità dei processi, la velocità e la sicurezza: elementi strategici per competere sul mercato. Essi sono fondamentali per il trading online e per tutti i servizi di compravendita di strumenti finanziari tramite Internet. Grazie alla nostra collaborazione con il leader mondiale del trading online, i loro clienti possono collegarsi al portale ed aprire un conto in pochi minuti per fare trading. Tutto questo avviene semplicemente compilando e firmando elettronicamente il modulo da qualsiasi device, sia esso pc, smartphone o tablet. L’apertura del conto online, è fondamentale per le azioni di trading, la sua completa digitalizzazione significa un netto miglioramento del processo in termini di tempi e modalità di esecuzione. La completa digitalizzazione del processo conduce ad importati benefici. Con la soluzione di firma digitale, si ha un deciso miglioramento del servizio al cliente finale ed un alto livello di trasparenza. L’utente web riceve subito la copia digitale del contratto via email. Inoltre, si ha una maggiore semplicità di esecuzione con la possibilità di operare in mobilità e quindi in qualunque luogo ed a qualsiasi ora. Il processo ha una veste cucita su una solida robustezza della compliance legale; offre una maggiore efficienza nella gestione degli archivi ed un’immediata condivisione dei documenti. A tutto ciò bisogna aggiungere una forte riduzione del numero dei contenziosi, grazie al valore legale dei documenti digitali, opponibili a terzi. È inoltre attivato uno specifico processo di verifica che conduce alla conclusione della pratica ed alla conservazione a norma dei documenti firmati (obbligatoria e garantita per dieci anni, come previsto dalla...

La digitalizzazione nei concessionari: la nostra partecipazione al workshop Koelliker

Fatturazione elettronica sugli autoveicoli e gestione digitale delle Lettere di Riserva di Proprietà: la soluzione per i concessionari.   Nei giorni scorsi abbiamo svolto, in occasione di workshop organizzati dal nostro cliente Koelliker per le due reti di Dealers Mitsubishi e Ssang-Yong, un intervento illustrativo sul progetto di dematerializzazione dei documenti verso e dai concessionari. Il progetto prevede, al momento, la pubblicazione verso i Dealers delle fatture elettroniche delle due case automobilistiche e la generazione delle relative Lettere di Riserva di Proprietà firmate digitalmente in modalità automatica dai Dealers stessi. Gli strumenti utilizzati nell’ambito del progetto sono stati quelli tipici della dematerializzazione: creazione di documenti elettronici, emissione fattura elettronica, apposizione di firme digitali automatiche e marche temporali, conservazione elettronica dei documenti digitali. Il workshop ha evidenziato come la generazione elettronica delle fatture di vendita delle auto può essere uno strumento di efficienza aziendale sia per chi emette le fatture che per il Dealer. Se ne ricava, inoltre, un archivio completo, comodamente consultabile e sempre disponibile. E’ anche possibile gestire con estrema facilità la fattura passiva sia come analogica, attraverso la stampa, che come elettronica avviandola alla conservazione (obbligatoria per 10 anni). Fondamentale è osservare come la generazione automatica delle Lettere di Riserva di Proprietà può indurre benefici significativi sia in termini di manualità e tempo che in termini di certezza della acquisizione (in un momento prefissato) dell’auto, evitando quindi disguidi e contenziosi. I vantaggi previsti dall’adozione del sistema illustrato durante il workshop comprendono, tra gli altri: la diminuzione dei tempi di ricezione delle fatture, la diminuzione del tempo di ricerca delle fatture, l’eliminazione dei ritardi e dei potenziali disguidi, derivanti...