Seleziona una pagina
Home » Mercato » Come diventare un “digital dealer”
01.02.2023
| Tempo di lettura: 5 min

Come diventare un “digital dealer”

La digitalizzazione dei documenti nel processo di vendita nei concessionari auto

La firma elettronica e la digitalizzazione dei dati dei clienti sono alla base della diversificazione dei servizi nella vendita delle auto. Ecco come un concessionario può diventare un digital dealer.

In questo articolo scoprirai:

Anche il 2022 è stato un anno da segno meno per la vendita delle auto. A confermare il dato negativo, nonostante la crescita di dicembre, è Federauto (federazione italiana dei concessionari auto) che nell’anno appena concluso registra un -9,7% di immatricolazioni rispetto al 2021 e ben -31% rispetto al 2019.* Le cause, naturalmente, sono da individuare nel generico aumento di costi (energetici ma anche del carburante) e nella difficoltà per reperire le materie prime.

Per i concessionari dunque è giunto il momento di puntare a una diversificazione dei propri servizi offrendo, oltre alla vendita dell’auto, anche servizi di noleggio a lungo termine o di post-vendita che seguano il cliente anche nelle necessità di manutenzione, ricambi e revisione auto. Per riuscire a gestire più servizi, tuttavia, è indispensabile avviarsi verso la trasformazione in digital dealer.

Leggi anche: Automotive, gli impatti della guerra in Ucraina

Che cos’è un digital dealer

Il “digital dealer” è un concessionario altamente digitalizzato, che riesce a distribuire il suo processo di vendita sull’omnicanalità, dall’online allo store fisico. Per quanto possano essere messi a disposizione configuratori di auto molto realistici, l’acquisto di un auto è ancora strettamente legato alla fisicità, e il cliente ha bisogno di vedere e provare l’auto prima dell’acquisto.

La presenza online rimane tuttavia un canale importantissimo per la generazione di lead, soprattutto per intercettare la fascia millennial e gen Z, per cui gli studi dimostrano l’abitudine a fare molta ricerca online prima di recarsi in negozio. Ma la digitalizzazione non “finisce” nei canali online. Anche nella fisicità è importante operare una trasformazione che porti in digitale tutta la gestione della documentazione e dei dati dei clienti. Solo così infatti si potranno offrire i servizi aggiuntivi utili a diversificare il business dei concessionari.

Firma elettronica per l’acquisto di un’automobile

Se è vero che l’acquisto di un’auto spesso avviene in concessionario, infatti, ciò non esclude la possibilità di digitalizzare i documenti di vendita. Il preventivo, la raccolta consensi per la privacy, il contratto di acquisto, eventuali documenti relativi al finanziamento, alla permuta o all’ecobonus, eventuali assicurazioni o pacchetti di assistenza aggiuntivi: per trasformare un concessionario in un digital dealer, la prima cosa da fare è avviare una dematerializzazione di tutti questi documenti, che possono essere fatti firmare in digitale anche “in presenza” del cliente con il suo smartphone, attraverso una firma grafometrica su tavoletta grafica o una firma elettronica avanzata con OTP.

La firma elettronica della documentazione per l’acquisto di un’automobile, oltre ad avere valore legale, sarà un servizio aggiuntivo al cliente che potrà avere tutti i documenti salvati e facilmente reperibili nella sua casella e-mail, ma un enorme vantaggio anche per il digital dealer, che avrà sicuramente una sicurezza legale in più (grazie alla conservazione a norma dei documenti digitali) e la possibilità di sfruttare i dati digitalizzati del cliente.

Leggi anche: CIE e SPID per la Firma Elettronica Qualificata

I servizi di un digital dealer

Con la digitalizzazione dei dati dei clienti si aprono le moltissime possibilità di espansione dei servizi che trasformano il concessionario in un digital dealer. Per esempio, si possono implementare reminder automatici (via e-mail o sms) che ricordano al cliente quando potrebbe essere l’ora di cambiare l’olio al motore o di fare la revisione dell’auto. Oppure dare la possibilità al cliente di prenotare degli appuntamenti al reparto officina e con l’occasione offrire sconti personalizzati su prodotti e servizi.

Insomma, la firma elettronica insieme alla digitalizzazione dei dati dei clienti è alla base dell’efficienza dei processi e della diversificazione dei servizi che è possibile offrire ai clienti finali.

 

* Federauto, Comunicato stampa del 02/01/2023

You might be interested

Iscriviti alla newsletter

Novità, iniziative ed eventi dal mondo della trasformazione digitale.

Voglio essere informato su prodotti, servizi e offerte di INTESA.
Ho letto e accetto l'informativa sulla privacy.

È possibile ritirare il proprio consenso in qualsiasi momento inviando una e-mail al seguente indirizzo: privacy_mktg@intesa.it. Oppure, se non si desidera ricevere più le e-mail di marketing, è possibile annullare la sottoscrizione facendo clic sul relativo link di annullamento sottoscrizione, in qualsiasi e-mail.
Per confermare l'iscrizione, controlla la tua email!
Condividi