Seleziona una pagina

Nodo Smistamento Ordini - NSO

Gestione digitale degli ordini

NSO, il sistema dedicato alla Pubblica Amministrazione

Il servizio Nodo Smistamento Ordini consente alle Pubbliche Amministrazioni di inviare gli ordini in formato digitale (UBL) ai propri fornitori e abilita i fornitori alla ricezione degli ordini e all’invio delle risposte, attraverso la connessione tra PA e NSO.

Il sistema fornisce la soluzione che meglio risponde alle richieste del cliente, senza incidere sulla sua supply chain; attraverso questo servizio può essere gestito l’intero processo: predisposizione del documento – generazione del tracciato e verifica dei dati –, invio al NSO, gestione e archiviazione.

Tutti gli inoltri, gli eventi occorsi e le notifiche possono essere monitorati, da parte del cliente, su un’apposita dashboard di monitoraggio.

Il processo degli Ordini elettronici per Pubblica Amministrazione

La soluzione proposta da Intesa consente di interconnettere i fornitori della Pubblica Amministrazione al Nodo Smistamento Ordini. In questo modo i fornitori possono ricevere i documenti inviati dalla Pubblica Amministrazione e inoltrare le risposte, tramite l’intermediazione di Intesa.

 

Quali sono gli attori coinvolti?

Gli attori che coinvolti da questa normativa sono le PA del Sistema Sanitario Nazionale, i loro fornitori e i potenziali intermediari – partner tecnologici.

Quali sono le tipologie di ordinazione e quali sono i rispettivi documenti coinvolti?

Ordinazione semplice

L’unico formato documento utilizzabile è il documento di ordine, contenente la descrizione del prodotto/servizio.

Ordinazione completa

I formati documento previsti sono: il documento di ordine, di risposta all’ordine e di ordine di riscontro.

La PA dopo avere inviato il documento di ordine può attendere il documento di risposta da parte del fornitore che può accettare, declinare o modificare l’ordine della PA.

La PA, a sua volta, può confermare, rifiutare o modificare la proposta del fornitore tramite il documento ordine di riscontro.

Ordinazione pre-concordata

I formati documento previsti sono: l’ordine preconcordato ed eventualmente il documento di riscontro.

A differenza dei due casi precedenti, con l’ordinazione pre-concordata è previsto un accordo precedente tra le parti coinvolte. Sarà il fornitore ad inviare l’ordine preconcordato per l’acquisto di un bene o servizio erogato verso la PA, che potrà essere eventualmente accettato, rifiutato o modificato con un ordine di riscontro.

Le testimonianze di chi ha già adottato il Servizio di Intesa

Innovazione digitale per il settore healthcare

Il Consorzio DAFNE è una comunità B2B no profit costituita nel 1991 da aziende farmaceutiche e distributori intermedi del farmaco.
Il consorzio ha affidato a Intesa lo sviluppo di una piattaforma di scambio dei documenti del ciclo dell’ordine-pagamento tra i membri della filiera.

 

Approfondisci

Dal 1° Febbraio 2020 entra in vigore l’NSO, il Nodo Smistamento Ordini.

Le Pubbliche Amministrazione, secondo quanto decretato nella Legge di Bilancio 2018, sono tenute a gestire gli ordini di acquisto in modalità digitale.

Notizie dal blog
Le Linee Guida MEF e l'architettura PEPPOL per il NSO

Le Linee Guida MEF e l'architettura PEPPOL per il NSO

In linea con i principali progetti che mirano all’introduzione del Mercato Unico Digitale Europeo, il MEF ha scelto di adottare il tracciato XML UBL e l’architettura PEPPOL per gli ordini d’acquisto della sanità pubblica effettuati dal 1° ...

Ordine Elettronico tramite Nodo Smistamento Ordini (NSO)

Ordine Elettronico tramite Nodo Smistamento Ordini (NSO)

Il Nodo Smistamento Ordini (NSO) è un elemento cardine del sistema APiR, attraverso cui, a tendere, dovranno transitare tutti gli ordini di acquisto di beni e servizi, partendo da quelli emessi dagli Enti del Servizio Sanitario ...

Il percorso di trasformazione digitale del Consorzio DAFNE

Il percorso di trasformazione digitale del Consorzio DAFNE

Un vero passo in avanti verso l’innovazione della filiera ...