Architetture open e tecnologie smart nei progetti di Internet of Things

8 Marzo 2019

Integrazione, ecosistema e semplificazione emergono come elementi prioritari alla base dei processi produttivi industriali.

Secondo un’analisi recente di Aberdeen Group (*), il 42% dei responsabili delle aziende ritiene che i costi di sviluppo e integrazione dei sistemi IT in ambito industriale siano tra le sfide più complesse da affrontare. Il 50% delle organizzazioni sta usando e valutando alcune di queste soluzioni per ridurre i costi, migliorare la customer experience e incrementare il fatturato. Nell'intervista a Marcello Bardi, Senior Consultant Logistics & Supply Chain Management di Intesa (Gruppo IBM), abbiamo fatto il punto sulle architetture integrate che abilitano i grandi processi di Internet of Things nel mercato italiano.

Quali sono oggi gli strumenti per l’ottimizzazione dei processi produttivi a livello industriale?

Le varie piattaforme disponibili sul mercato offrono alle aziende servizi gestiti in cloud e sono progettate per ottenere valore dai dispositivi Internet of Things. Le funzionalità come, ad esempio, registrazione dei dispositivi, connettività, controllo, visualizzazione rapida e storage di dati dai sensori, concorrono alla condivisione delle informazioni in tempo reale. Inoltre, contribuiscono al miglioramento del coordinamento dei processi e all’aumento dell’interdipendenza tra i componenti della rete e tra la rete e l’esterno.

Stiamo assistendo oggi all’evoluzione dei sistemi MES (Manufacturing Execution System)(**), da sempre conosciuti per la pianificazione industriale e utilizzati per rilevazioni connesse a PLC o lettori di barcode: diventano infatti più “intelligenti” per supportare al meglio l’operatore e interconnessi con i sistemi IT esistenti.

Quali sono quindi le evoluzioni dei sistemi MES e relative implementazioni nel mercato?

Sono sistemi generalmente multipiattaforma e multidatabase con alti livelli di scalabilità e portabilità per andare incontro alle differenti esigenze di business:le aziende possono avere vari stabilimenti sul territorio e necessitano di manutenzione e aggiornamento frequenti, oltre che di servizi di continuità operativa sempre attivi in caso di mancanza di energia elettrica.

I sistemi MES sono integrati con i normali sistemi gestionali e particolari suite permettono anche attività di collaborazione tra utenti in real time, sia per verificare le code di lavoro, sia per rilevare eventuali problemi o ritardi sul campo (es. blocco delle macchine, scarti industriali, ecc.). Sono molto utili inoltre le funzionalità delle suite veicolate tramite app per monitorare sempre real time e con notifiche ogni fase dei processi di lavorazione, sia a livello di singolo utente, sia a livello di team con rappresentazioni multimediali come grafici e video particolarmente utili. La soluzione MES proposta da Intesa, parte del servizio W-Plan, nella configurazione “Plus”, gestisce particolari processi produttivi, inoltre, gestisce particolari processi delle macchine con collegamenti al server centrale, adempiendo agli standard di sicurezza, di condivisione della base dati con tutti gli utenti e di misurazione dei KPI e delle performance. Infine, questa tipologia di soluzione ottimizza i processi di supply chain e abilita l’interconnessione tra sistemi e i tempi di consegna diventano più ridotti.

Chi commissiona le attività ha infatti esigenza di visibilità su ciò che sta avvenendo dai propri fornitori per poter sincronizzare una serie di operatori (es. dove si trova fisicamente la merce, la lavorazione in corso, le certificazioni che ha superato e chi le ha eseguite, informazioni specifiche del lotto produttivo raccolte fino a quel momento, ecc.). I sistemi MES diventano quindi un punto fondamentale non solo per monitorare le attività industriali standard, ma anche uno snodo per i flussi informativi relativi a firma grafometrica e OTP e abilitanti per progetti Blockchain.

 

*Fonte: www.ibm.com

**Fonte: Real Time MES, Strumenti di ultima generazione per la rilevazione della produzione in tempo reale

 


A cura di:

Iscriviti alla newsletter

Per confermare l'iscrizione, controlla la tua email


*Campo Obbligatorio

Share This