L’Agenzia delle Entrate comunica le disposizioni normative che riguardano i documenti digitali.

 

Termine di conservazione dei documenti fiscali: parla l’Agenzia delle EntrateÈ stato pubblicato il termine unico per la conservazione di tutti i documenti fiscali. L’amministrazione finanziaria ha comunicato, con la Risoluzione n. 46 del 10 Aprile 2017, la conferma dell’invariabilità dei tempi di conservazione dei documenti fiscalmente rilevanti che permangono quindi “entro i tre mesi successivi alla dichiarazione dei redditi”; entro il 31 dicembre per chi segue l’anno fiscale uguale a quello solare.

Questa Risoluzione dell’Agenzia delle Entrate chiarisce che il termine di riferimento per procedere alla conservazione di tutti i documenti informatici di natura fiscale è entro il terzo mese successivo al termine per la presentazione della dichiarazione annuale dei redditi. Questi stessi termini sono validi anche per i documenti rilevanti ai fini IVA; sebbene, a partire dal periodo d’imposta 2017, i termini di presentazione delle dichiarazioni rilevanti ai fini delle imposte sui redditi e dell’IVA siano disallineati.

Nel caso in cui il periodo d’imposta non coincida con l’anno solare, i documenti rilevanti ai fini fiscali andranno comunque conservati entro il terzo mese successivo al termine di presentazione della prima dichiarazione dei redditi utile.

FONTE