Seleziona una pagina
Home » Soluzioni » EDI: cos’è e a cosa serve
04.11.2021
| Tempo di lettura: 7 min

EDI: cos’è e a cosa serve

Perché scegliere un servizio EDI in outsourcing

Scopri cos’è l’EDI e perché ti garantisce semplicità ed efficienza nello scambio dati con la tua rete di partner commerciali.

L’EDI (Electronic Data Interchange) è  la tecnologia più consolidata in ambito B2B, specialmente in mercati come GDO o filiere produttive, perché favorisce  la dematerializzazione e lo scambio di documenti tipici delle relazioni tra operatori di business (listini, ordini d’acquisto, fatture, ecc.). Il Servizio EDI è fondamentale sia per grandi che per piccole aziende.

Del resto, una definizione esaustiva di commercio elettronico, comunemente noto come eCommerce, non si limita alla classificazione delle attività di compravendita di beni e servizi online ma si estende all’insieme di tutte quelle transazioni elettroniche che avvengono tra le parti coinvolte, siano esse transazioni tra aziende e consumatore finale (Business-to-Consumer) oppure transazioni commerciali tra imprese (Business-to-Business). L’EDI per questo assume un ruolo fondamentale: permette di sostituire i tradizionali metodi cartacei, velocizzando e rendere più sicuro il ciclo ordini-pagamenti.

Scopri insieme a noi:

A cosa serve la tecnologia EDI

Il grande vantaggio dell’EDI è sicuramente la capacità di normalizzare i documenti elettronici affinché possano essere scambiati elettronicamente ed in modo automatico tra i diversi partner commerciali, grazie all’impiego di un linguaggio comune, seguendo gli standard di settore, (EDIFACT nella GDO, ODETTE nell’Automotive, ecc) per consentire il dialogo con i diversi Sistemi Informativi e l’integrazione con l’ERP.

“Il trasferimento elettronico, tra sistemi informatici, di dati commerciali e amministrativi, mediante una norma concordata tra le parti coinvolte per strutturare messaggi”* permette di:

  • eliminare errori umani;
  • automatizzare la registrazione, la verifica e la riconciliazione tra bolle e fatture;
  • ridurre i costi di gestione;
  • facilitare il reperimento dei documenti fiscali perché già predisposti in conservazione elettronica;
  • favorire l’incremento del business e collegare con modalità sicure i partner/fornitori/clienti in tutto il mondo.

I vantaggi dell’EDI in outsourcing

Negli ultimi anni, molte di quelle aziende hanno iniziato a migrare verso modelli di EDI in outsourcing, rendendosi conto che il “controllo” sull’hardware risulta essere più un costo che un beneficio, e che la responsabilità di manutenzione dell’infrastruttura – oltre alle risorse necessarie per la memorizzazione e la protezione dei dati, i continui aggiornamenti e le personalizzazioni sulla gestione dei tracciati – portano ad uno sbilanciamento del rapporto costi benefici. Così come per moltissimi altri servizi, oggi le aziende hanno compreso che i benefici dell’EDI sono massimizzati se esternalizzati.

L’EDI, per piccole e grandi aziende

Ancora oggi, il pensiero più diffuso è quello che i progetti EDI siano esclusivamente limitati ad aziende di grandi dimensioni. In realtà proprio grazie al modello in outsourcing, l’implementazione di questa tecnologia, economica e di facile gestione, è ormai alla portata di qualsiasi impresa. Ciò contribuisce alla continua e costante diffusione dell’EDI.

Tutte le imprese in cerca di un sistema per la digitalizzazione dello scambio di documenti elettronici con clienti e fornitori possono trovare nel modello EDI in outsourcing un sistema efficiente e consolidato che permette:

  • traduzioni, mapping e scambio documenti EDI con tutti i partner commerciali;
  • gestione del processo di onboarding o migrazione dei nuovi partner commerciali;
  • monitoraggio flussi elettronici;
  • manutenzione e aggiornamento costante della rete;
  • un’unica voce di costo perfettamente quantificabile per il servizio.

Inoltre, non è più richiesto ricercare, acquistare, installare e configurare hardware e software EDI e, conseguentemente non è richiesto alcun investimento in formazione per il personale IT o l’assunzione di risorse specializzate.

EDI, Scopri di più

La piattaforma EDI di Intesa

La piattaforma Edi di Intesa nasce da 30 anni di esperienza nel settore interscambio dati, a livello nazionale ed internazionale. Si tratta di un sistema di facile gestione, dedicato sia a piccole, medie e grandi aziende, finalizzato a digitalizzare lo scambio di documenti e informazioni.

  • Come funziona la piattaforma EDI di Intesa? L’interfaccia della soluzione EDI è davvero semplice; possono accedere più utenti, con livelli di autorizzazione differenti, da aziende diverse e traducibili in più lingue; dallo stesso ambiente è possibile verificare lo stato di invio/ricezione dei documenti ed eventuali segnalazioni di errore.
  • La piattaforma EDI di Intesa richiede installazioni di hardware o software? No, non richiede alcun tipo di installazione
  • È necessario formare il personale IT o assumere risorse specializzate, dedicate all’uso della piattaforma EDI Intesa? No, assolutamente! I professionisti di Intesa vi seguiranno passo passo nell’utilizzo della piattaforma, che è davvero semplice.
  • Che cosa potrò fare con la piattaforma EDI di Intesa? Potrai inviare in via telematica ordini d’acquisto, bolle di consegna e fatture, ordini di pagamento, nel massimo rispetto della privacy e nella più elevata sicurezza, riducendo così il margine d’errore, velocizzando i tempi di consegna e migliorando la tracciabilità di tutte le operazioni.
  • Perché scegliere la piattaforma EDI di Intesa? Perché Intesa propone un approccio agevole e flessibile, strutturato sulle reali necessità della tua azienda. Inoltre il servizio EDI di Intesa si può integrare con le nuove tecnologie come blockchain, AI e IoT.
  • Quali aziende hanno già scelto EDI di Intesa? Tantissime aziende hanno già scelto EDI di Intesa, evidenziando una riduzione del carico di lavoro per gestione amministrativa, una notevole riduzione dei costi di data management e un miglioramento delle relazioni con business partners. Una tra tutte, il gruppo Bennet Spa, che attraverso il sistema EDI di Intesa ha migliorato notevolmente i processi sia interni che esterni, sia verso i fornitori e i partner commerciali che verso la Pubblica Amministrazione. Scopri la case history.

Scopri di più sul Sistema EDI di Intesa: vai al servizio oppure richiedi una consulenza gratuita.

*Fonte: Raccomandazione 94/820/CE

Vuoi saperne di più?
Che cos’è l’Electronic Data Interchange?

L’Electronic Data Interchange (EDI) è un sistema che consente lo scambio di documenti - e quindi di informazioni - tra le aziende in un formato elettronico standard. Grazie all’EDI i documenti (fatture, ordini, preventivi etc.) sono leggibili da qualsiasi applicazione e possono così passare da una piattaforma all’altra in modo automatico, senza perdere dati.

Come funziona l’Electronic Data Interchange?

Esistono degli intermediari in grado di ricevere i documenti dei propri clienti e di tradurli nei formati standard EDI o nei formati compatibili con i sistemi delle aziende a cui devono essere inviati.

Perché dovrei usare l’Electronic Data Interchange?

L’EDI consente di: eliminare errori umani; automatizzare la registrazione, la verifica e la riconciliazione tra bolle e fatture; ridurre i costi di gestione; facilitare il reperimento dei documenti fiscali perché già predisposti in conservazione elettronica; favorire l’incremento del business e collegare con modalità sicure i partner/fornitori/clienti in tutto il mondo. Scopri di più.

Come faccio a implementare l’Electronic Data Interchange nella mia azienda?

Per implementare l’Electronic Data Interchange ti consigliamo di rivolgerti a un’azienda specializzata in soluzioni di digitalizzazione in grado di fare da intermediario e tradurre i documenti nel formato più corretto.

Potrebbero interessarti

Iscriviti alla newsletter

Novità, iniziative ed eventi dal mondo della trasformazione digitale.

Voglio essere informato su prodotti, servizi e offerte di INTESA.
Ho letto e accetto l'informativa sulla privacy.

È possibile ritirare il proprio consenso in qualsiasi momento inviando una e-mail al seguente indirizzo: privacy_mktg@intesa.it. Oppure, se non si desidera ricevere più le e-mail di marketing, è possibile annullare la sottoscrizione facendo clic sul relativo link di annullamento sottoscrizione, in qualsiasi e-mail.
Per confermare l'iscrizione, controlla la tua email!
Condividi