Seleziona una pagina
Home » Soluzioni » Automotive: l’integrazione tra produzione, logistica e amministrazione
14.10.2021
| Tempo di lettura: 4 min

Automotive: l’integrazione tra produzione, logistica e amministrazione

Come gestire dati e flussi informativi grazie a una digital platform

Il settore automotive è composto da numerose aziende, sia di grandi dimensioni che PMI. La digitalizzazione dei dati e la gestione in una digital platform rappresentano una grande occasione, anche sulla spinta del PNRR.

Oltre 170.000 aziende, 250 mila addetti e 93 miliardi di fatturato. Sono questi i numeri dell’industria automotive in Italia, che include aziende molto differenti tra loro per dimensione e specializzazione: dalle componenti della carrozzeria alle imprese specializzate in apparecchiature elettriche ed elettroniche, dalle aziende che producono i sedili fino agli accessori. Un sistema molto complesso, attraversato ogni giorno da un enorme flusso di dati e informazioni. Per questo la digitalizzazione di dati e informazioni è il primo step per automatizzare molte azioni, migliorare l’efficienza operativa, elaborare analisi accurate e soprattutto avviare un’’interoperabilità con i grandi player del settore.

Da dove iniziare? Ecco come digitalizzare la gestione dei dati e i flussi informativi nel settore automotive.

Cta automotive

L’EDI per il settore automotive

In questo contesto vario e popoloso, si può immaginare quanti documenti tra ordini, fatture e documenti di trasporto vengano scambiati ogni giorno.
Per digitalizzare e automatizzare questi scambi l’EDI (Electronic Data Interchange) è uno strumento fondamentale nel settore automotive: si tratta infatti di uno standard, un linguaggio condiviso tra le aziende dello stesso settore, che consente l’invio e la ricezione dei documenti commerciali direttamente nei rispettivi sistemi aziendali in modo automatico, riducendo il rischio di errore umano e migliorando la gestione dell’archiviazione e della conservazione a norma.
Grazie all’EDI, infatti, non sarà più necessario raccogliere documentazione cartacea o inviata per mail per proseguire con le procedure amministrative, e il passaggio di informazioni dall’amministrazione al partner commerciale può avvenire in modo semplice e controllato.
Lo standard EDI utilizzato all’interno delle aziende dell’automotive è “Odette”.

Immagine dall'alto di un raccordo stradale

La digital platform per l’automotive

L’EDI è solo una delle numerose soluzioni digitali che possono essere adottate per il settore automotive. Il passaggio da stabilimento produttivo a smart factory si può ottenere soltanto digitalizzando più processi operativi e i dati ad essi relativi: non solo lo scambio di fatture e documenti commerciali, dunque, ma anche la gestione e organizzazione di trasporti e spedizioni (Transport Management System) o la gestione del magazzino (Warehouse Management System).

Per trarre il massimo vantaggio da tutti questi sistemi, è necessario però integrarli in una digital platform che unisca i processi di fabbrica e i processi amministrativi.

La possibilità offerta dal PNRR

Il Piano Nazionale di Ripresa e Resilienza rappresenta una grande occasione per la trasformazione digitale delle aziende. Il piano prevede infatti lo stanziamento di 13,38 miliardi di euro per la transizione 4.0 e altri 0.34 per investimenti ad alto contenuto tecnologico, quindi ricerca, sviluppo, innovazione, ma anche macchinari, impianti e attrezzature per produzioni di avanguardia tecnologica.
Un’occasione che permetterà a molte aziende di rilanciare il proprio futuro proprio grazie alla digitalizzazione.

Potrebbero interessarti

Iscriviti alla newsletter

Novità, iniziative ed eventi dal mondo della trasformazione digitale.

Voglio essere informato su prodotti, servizi e offerte di INTESA.
Ho letto e accetto l'informativa sulla privacy.

È possibile ritirare il proprio consenso in qualsiasi momento inviando una e-mail al seguente indirizzo: privacy_mktg@intesa.it. Oppure, se non si desidera ricevere più le e-mail di marketing, è possibile annullare la sottoscrizione facendo clic sul relativo link di annullamento sottoscrizione, in qualsiasi e-mail.
Per confermare l'iscrizione, controlla la tua email!
Condividi