Seleziona una pagina
28.07.2020

Intesa (Gruppo IBM), PWC e Bandyer insieme per l’onboarding digitale dei clienti bancari, agile e sicuro

Grazie alla collaborazione già consolidata, le tre società offrono una soluzione che facilita l’interazione diretta del cliente con gli istituti bancari

Smart working, tecnologie cloud, piattaforme digitali. Il lockdown ha segnato una linea di demarcazione nella trasformazione digitale, enfatizzando l’importanza di poter intrattenere un rapporto con i clienti anche a distanza. La digital customer experience, infatti, non può più essere sottovalutata e avrà un ruolo fondamentale nelle decisioni strategiche delle aziende nei prossimi mesi, poiché è diventata uno dei canali primari per la soddisfazione delle esigenze dei consumatori.
In questo contesto, si è creato inevitabilmente il bisogno di digitalizzare e modernizzare anche i servizi e i processi bancari, al fine di renderli più veloci e accessibili ai clienti.

Consulenza, competenza e tecnologia per l’innovazione

Per rispondere a questa esigenza, è nato un progetto di sviluppo dei processi e servizi bancari che rende possibile l’attivazione agile dei servizi di online banking anche da remoto, evitando ai clienti di doversi recare fisicamente in filiale.
Collaborano al progetto PwC, società di revisione e di consulenza, Intesa, azienda del Gruppo IBM che affianca i clienti nel percorso di digitalizzazione aziendale, e Bandyer, scale up che fornisce una soluzione di video collaborazione facilmente integrabile su piattaforme terze.
La collaborazione, che ha l’obiettivo di mettere a fattor comune le caratteristiche e i punti di forza di ognuna delle tre società, ha già visto la realizzazione di diversi progetti concreti su importanti gruppi bancari italiani.

All’interno di questa collaborazione, coadiuvata da PwC, Intesa ha messo a disposizione le proprie competenze per la costruzione di un processo di onboarding digitale dei clienti dei servizi bancari, integrato con funzionalità di video riconoscimento e di firma elettronica avanzata (FEA) per l’attivazione, anche da remoto, di servizi di online banking certificati e sicuri. Tale processo consente alla banca di identificare il cliente a distanza, inviare i moduli contrattuali e abilitarne la firma elettronica senza che il cliente sia fisicamente presente.

Una video-interazione veloce e immediata

L’integrazione di tali funzionalità all’interno degli applicativi bancari è attuabile grazie alla tecnologia di Bandyer, che è in grado di abilitare in modo veloce e immediato un canale di videocomunicazione tra banca e cliente.
La soluzione di Bandyer, infatti, permette di creare un canale privato di comunicazione per l’istituto bancario e di ridurre le tempistiche di attivazione dei processi e dei servizi di online banking, ottimizzando la gestione digitale della clientela.
Banca e cliente, inoltre, possono interagire più rapidamente tra loro, in quanto tramite un semplice click a un link, possono entrare in chiamata e beneficiare dell’uso di tutti gli strumenti di videocomunicazione (chat, videoconferenza e collaborazione), utili per eventuali necessità di assistenza e consulenza.

Il progetto, nato dalla collaborazione tra PwC, Intesa e Bandyer rappresenta un tassello importante, che agevola ulteriormente i processi di digitalizzazione e di omnicanalità che tutti i gruppi bancari stanno realizzando.

L’integrazione delle tecnologie avanzate e il futuro dell’onboarding

Per questa procedura di digital onboarding sono state messe in campo soluzioni tecnologicamente avanzate: vengono infatti utilizzati algoritmi di artificial intelligence per verificare la liveness, ovvero la verifica che chi effettua la procedura sia una persona vera e non un bot, e tecnologie biometriche per la registrazione delle impronte digitali e il face-matching, cioè il confronto tra il volto di chi sta effettuando la procedura e il volto rappresentato sul documento.

Si stima che entro il 2024 (fonte IDC), il 74% dei clienti preferirà il canale digitale per interagire con le filiali bancarie e la possibilità di potersi rapportare con l’istituto in modalità completamente digitale sarà uno dei principali elementi a guidare la scelta dei consumatori.
Le procedure di digital onboarding sono e continuano ad essere uno dei primi ambiti in cui investire anche a livello tecnologico: le ultime innovazioni in questo campo stanno lavorando sul riconoscimento vocale del cliente per rendere l’interazione ancora più semplice e sicura. Nel prossimo futuro potremo accedere alle operazioni bancarie con il semplice comando della voce.

Potrebbero interessarti