Dati fatture e liquidazioni IVA: come e cosa trasmettere?

29 marzo 2017

Definizione delle informazioni da trasmettere e delle modalità per la comunicazione dei dati delle fatture emesse e ricevute e dei dati delle liquidazioni periodiche IVA.

L’Agenzia delle Entrate ha pubblicato il Provvedimento in merito alla “Definizione delle informazioni da trasmettere e delle modalità per la comunicazione dei dati delle fatture emesse e ricevute e dei dati delle liquidazioni periodiche IVA di cui agli articoli 21 e 21-bis del Decreto Legge 31 maggio 2010, n.78 e modifica dei termini per la trasmissione dei dati delle fatture stabiliti dal Provvedimento del Direttore dell’Agenzia delle Entrate del 28 ottobre 2016, numero 182070”.

Nello specifico è confermato che le comunicazioni dei dati delle fatture, per quest’anno, possono essere effettuate per il primo semestre entro il 16 settembre 2017 e per il secondo semestre entro il mese di febbraio 2018. Inoltre, fino al 10 luglio 2017 i dati delle fatture possono essere trasmessi secondo le regole di compilazione riportate nell’allegato “Specifiche tecniche dati fattura ” al Provvedimento del Direttore dell’Agenzia delle Entrate del 28 ottobre 2016, n. 182070; dopo il 10 luglio 2017 la trasmissione dovrà seguire le specifiche tecniche del nuovo Provvedimento in oggetto.

Tutte le fatture emesse, ricevute e registrate, comprese le bollette doganali, e le relative note di variazione, nel corso del periodo d’imposta devono essere inserite nella comunicazione. I contribuenti devono trasmettere, per ogni fattura, i seguenti dati:
– cedente/prestatore,
– cessionario/committente,
– data del documento,
– data di registrazione (per le sole fatture ricevute e le relative note di variazione),
– numero del documento,
– base imponibile,
– aliquota Iva applicata e la relativa imposta. Se l’operazione non comporta l’annotazione dell’imposta nel documento, va indicata la tipologia dell’operazione posta in essere.

Per quanto riguarda invece la comunicazione dei dati delle liquidazioni periodiche IVA devono essere trasmesse con il Modello al presente Provvedimento, come riportato nelle “Specifiche tecniche e regole per la compilazione della comunicazione ”.

La modalità di trasmissione, sia della comunicazione dei dati delle fatture emesse e ricevute che le comunicazioni dei dati delle liquidazioni periodiche IVA, deve essere effettuata unicamente in via telematica, mediante invio diretto del contribuente o ricorrendo ad un intermediario abilitato.

Particolarmente importanti sono i termini per le trasmissioni legate alle: comunicazioni dei dati delle fatture emesse e ricevute, comunicazioni dei dati delle liquidazioni periodiche, trasmissioni telematica su opzione.

Com’è noto il Governo ha deciso, dopo l’emanazione del predetto Decreto Legislativo 127/2015, di introdurre una nuova normativa in materia di IVA inserita all’interno delle disposizioni contenute nel Decreto Legge 193/2016Legge di stabilità per l’anno 2017, andando a modificare il Decreto Legge 78/2010. Lo scopo è quello di semplificare e razionalizzare gli obblighi dei contribuenti abrogando l’invio annuale del cosiddetto spesometro ed introducendo contemporaneamente i due nuovi adempimenti a partire dall’1 gennaio 2017.

Cliccando qui è possibile scaricare il Provvedimento ed i relativi allegati.

Share This