Fatturazione elettronica privati: la vostra azienda è già attrezzata?

6 novembre 2018

Come ormai è noto, il 1° gennaio 2019 entrerà in vigore l’obbligo di fatturazione elettronica B2B, tra privati titolari di partita IVA, secondo quanto stabilito dalla Legge di Bilancio 2018.

Le aziende saranno obbligate a generare e trasmettere le proprie fatture tramite il Sistema di Interscambio (SdI) nel formato XML definito dall’Agenzia delle Entrate. Per essere conformi è necessario svolgere alcuni processi preliminari, quali l’accreditamento al Sistema di Interscambio e la definizione di un canale di comunicazione, per il cui adempimento è richiesto del tempo, che in questo periodo dell’anno è particolarmente prezioso.

Il termine si sta infatti avvicinando e molte aziende devono ancora conformarsi alla normativa. Per questo motivo la definizione e l’avvio dei processi di generazione, invio, ricezione e conservazione e gestione del ciclo attivo e passivo della fatturazione elettronica rappresenta una priorità per le aziende in questo ultimo periodo dell’anno.

Proprio in virtù del fatto che i tempi per avviare il processo di fatturazione B2B sono ristretti, si consiglia alle aziende di attivarsi il prima possibile e di affidarsi ad un intermediario per poter adottare una soluzione che possa essere sviluppata entro i termini previsti dalla legge. Rivolgersi ad un intermediario certificato consente di non dover attendere i tempi di accreditamento al SdI, essendo questo già accreditato, e permette di gestire, i processi di fatturazione elettronica in maniera efficiente.

Un intermediario, un soggetto terzo provider, consente di gestire l’intero processo di fatturazione elettronica attiva e passiva in modalità automatica. Le fatture verranno inviate e ricevute dal Sistema di Interscambio e conservate a norma in un ambiente certificato. Questo snellimento del processo consentirà di importare i dati in maniera più semplice sul proprio sistema gestionale.

Intesa (Gruppo IBM) può affiancare e accompagnare le vostre aziende in questi percorsi di digitalizzazione i clienti, fornendo supporto e proponendo soluzioni standard che consentano di attivarsi nella maniera più rapida possibile, come illustrato nell’articolo “Fattura elettronica tra privati (B2B): siamo in ritardo?”.

Le modalità di attivazione della stessa sono state argomento del Webinar di Intesa che si è tenuto il 14 novembre 2018, sul temaFatturazione elettronica tra privati: la vostra azienda è già attrezzata?. L’adesione alla soluzione standard, implementabile in tempi rapidi, consente alle aziende di conformarsi alla normativa entro i termini stabiliti, e permette di aggiungere, in un secondo momento, personalizzazioni che meglio rispondono alle esigenze dei clienti.

Iscriviti alla newsletter

Per confermare l'iscrizione, controlla la tua email


*Campo Obbligatorio

Share This