Seleziona una pagina
Home » Normativa » Fatturazione elettronica, EDI e onboarding B2b: prospettive internazionali
18.11.2021
| Tempo di lettura: 5 min

Fatturazione elettronica, EDI e onboarding B2b: prospettive internazionali

Come digitalizzare i documenti del ciclo dell’ordine con altri Paesi UE ed extra-UE, grazie alle soluzioni di fatturazione elettronica europea B2b proposte da Intesa.

Dal punto di vista degli obblighi normativi riguardo alla fatturazione elettronica, il panorama internazionale è ancora disomogeneo. Per rendere più efficiente l’interoperabilità internazionale è dunque necessario affidarsi a partnership strategiche.

Cosa leggerai nell’articolo:

A distanza di quasi 3 anni dal 1° gennaio 2019, l’Italia è, ancora oggi, l’unico paese UE ad aver introdotto l’obbligo di fatturazione elettronica in formato standard sia in ambito PA che B2B, diventando – almeno in quest’ambito – un esempio a livello internazionale.

L’obbligo normativo della fatturazione elettronica nel 2019 e la pandemia nel 2020 hanno inoltre influito positivamente anche sulla digitalizzazione di altri documenti del ciclo dell’ordine (ordini, DDT…) e sull’utilizzo del servizio EDI, che in Italia è cresciuto del 5% solamente tra il 2019 e il 2020.*

A che punto sono gli altri paesi europei? È possibile attivare un’interoperabilità internazionale per lo scambio di documenti elettronici?

Scopri di più fatturazione

La fatturazione elettronica europea

Nonostante i progressi nell’interoperabilità della fatturazione elettronica europea in ambito B2g, grazie all’equivalenza informativa tra fattura PA e fattura europea e all’aumento degli access point PEPPOL, una recente indagine dell’Osservatorio Digital B2b del Politecnico di Milano,** rileva un panorama ancora frammentario nell’ambito internazionale della fatturazione B2b in formato standard.

Solo alcuni paesi europei, infatti, si stanno avviando verso l’obbligo di fatturazione elettronica in ambito B2b: Francia, Finlandia, Belgio, Germania, Polonia, Slovacchia e Slovenia.

Ad eccezione della Slovacchia, in tutti questi paesi esiste già comunque un obbligo (almeno parziale) di fatturazione elettronica B2g: è quindi probabile che si stiano avviando verso una standardizzazione completa dei documenti del ciclo dell’ordine, a partire dalla fatturazione elettronica.

Alcuni paesi europei si stanno avviando verso l’obbligo di fatturazione elettronica in ambito B2b: Francia, Finlandia, Belgio, Germania, Polonia, Slovacchia e Slovenia.

– Osservatorio Digital B2b del Politecnico di Milano

Fatturazione elettronica B2b e servizio EDI internazionale

Se gli standard imposti dalla normativa nei vari paesi europei non sono ancora definiti, l’EDI è invece uno standard da tempo diffuso a livello mondiale e comunemente utilizzato per lo scambio standardizzato dei documenti del ciclo dell’ordine.

Prima di avviare un qualsiasi progetto di interscambio EDI è necessario però effettuare una fase di onboarding del cliente B2b: una fase cruciale, poiché anche lo standard più diffuso può perdere la propria efficacia nel caso in cui le parti coinvolte non siano adeguatamente connesse o non abbiano attivato le corrette relazioni tecnologiche.

Intesa e Pagero: la partnership per l’interoperabilità internazionale

Come assicurarsi, dunque, un’adeguata interoperabilità dei sistemi e degli scambi documentali nel business internazionale? Affidandosi a partnership strategiche con fornitori internazionali e una presenza il più globale possibile. In questo modo si potrà sempre avere la certezza di operare con interscambi corretti e aggiornati al panorama normativo di ogni Paese, in continua evoluzione. Proprio a questo scopo è nata la partnership tra Intesa e Pagero, tema del webinar gratuito del 25/11: abbiamo affrontato proprio i temi della fatturazione elettronica europea ed  internazionale, l’internazionalizzazione dello scambio di documenti digitali e abbiamo dimostrato come la partnership tra Intesa e Pagero può supportare l’interoperabilità con i partner commerciali all’estero.  

* Politecnico di Milano, Osservatorio Digital B2b, Digital B2b i trend chiave nell’anno della pandemia

** Politecnico di Milano, Osservatorio Digital B2b, La fatturazione elettronica internazionale e i risultati della survey ai Paesi europei

Cosa può fare Intesa per te?
Il servizio di fatturazione elettronica internazionale di Intesa
Scopri tutte le soluzioni di fatturazione elettronica per PA, B2B e B2C e di servizio EDI proposte da Intesa: grazie al servizio di fatturazione elettronica puoi integrare facilmente il servizio di fatturazione con i processi aziendali, ridurre tempi, costi e risorse, monitorare l’intero processo; grazie al servizio EDI puoi intescambiare tutti i documenti - come ordini, fatture, bolle - con più aziende, in più lingue, con la massima sicurezza.

You might be interested

Iscriviti alla newsletter

Novità, iniziative ed eventi dal mondo della trasformazione digitale.

Voglio essere informato su prodotti, servizi e offerte di INTESA.
Ho letto e accetto l'informativa sulla privacy.

È possibile ritirare il proprio consenso in qualsiasi momento inviando una e-mail al seguente indirizzo: privacy_mktg@intesa.it. Oppure, se non si desidera ricevere più le e-mail di marketing, è possibile annullare la sottoscrizione facendo clic sul relativo link di annullamento sottoscrizione, in qualsiasi e-mail.
Per confermare l'iscrizione, controlla la tua email!
Condividi