Fattura elettronica tra privati (B2B)
Tutte le soluzioni con Intesa

1 gennaio 2019 e 1 luglio 2018 per alcuni settori specifici, sono le due date che sanciscono l’entrata in vigore, su tutto il territorio nazionale, dell’obbligo di fatturazione elettronica tra operatori economici privati (B2B).

La Legge di Bilancio 2018, pubblicata sulla Gazzetta Ufficiale numero 302 del 27 dicembre 2017 (Legge 205/2017), ha stabilito che la fatturazione sia esclusivamente in forma elettronica. L’obbligo in questione prevede che le transazioni commerciali tra partite IVA, di qualsiasi natura e dimensione, siano regolate esclusivamente da fatture elettroniche in formato XML specifico, trasmesse e ricevute attraverso il Sistema di Interscambio (SDI).

La Legge di Bilancio 2018, pubblicata sulla Gazzetta Ufficiale numero 302 del 29 dicembre 2017 (Legge 205/2017), ha stabilito che la fatturazione sia esclusivamente in forma elettronica. L’obbligo in questione prevede che le transazioni commerciali tra partite IVA, di qualsiasi natura e dimensione, siano regolate esclusivamente da fatture elettroniche in formato XML specifico, trasmesse e ricevute attraverso il Sistema di Interscambio (SDI).

Quali sono i ruoli e le fasi più importanti
del processo di fatturazione?

CEDENTE

ciclo attivo

Dovrà creare il file XML, gestire la relativa trasmissione allo SDI e le notifiche di ritorno. Sarà inoltre responsabile della conservazione elettronica obbligatoria della fattura.

CESSIONARIO

ciclo passivo

Dovrà gestire la ricezione della fattura e il relativo trattamento del file XML, creare le notifiche di ritorno per lo SDI e procedere con la conservazione elettronica della fattura.

Il processo di fatturazione elettronica tra privati B2B è similare a quello verso la Pubblica Amministrazione ed utilizza gli stessi canali della FatturaPA. Considerata la complessità dei sistemi di invio e trasmissione da certificare, la funzione dei terzi intermediari già integrati con il Sistema di Interscambio come Intesa, diventa un elemento strategico per adempiere all’obbligo e gestire serenamente sia il ciclo attivo che il ciclo passivo.

Quali sono i ruoli e le fasi più importanti
del processo di fatturazione?

CEDENTE

ciclo attivo

Dovrà creare il file XML, gestire la relativa trasmissione allo SDI e le notifiche di ritorno. Sarà inoltre responsabile della conservazione elettronica obbligatoria della fattura.

CESSIONARIO

ciclo passivo

Dovrà gestire la ricezione della fattura e il relativo trattamento del file XML, creare le notifiche di ritorno per lo SDI e procedere con la conservazione elettronica della fattura.

Il processo di fatturazione elettronica tra privati B2B è similare a quello verso la Pubblica Amministrazione ed utilizza gli stessi canali della FatturaPA. Considerata la complessità dei sistemi di invio e trasmissione da certificare, la funzione dei terzi intermediari già integrati con il Sistema di Interscambio come Intesa, diventa un elemento strategico per adempiere all’obbligo e gestire serenamente sia il ciclo attivo che il ciclo passivo.

Le soluzioni di Intesa per le aziende

Intesa (Gruppo IBM), azienda leader nei servizi di fatturazione elettronica, EDI e conservazione, eroga un servizio completo di fatturazione elettronica PA e B2B. Agendo da intermediario, può interfacciare tutte le aziende private che necessitino di attivare il servizio sin da subito o a partire dalla data dell’obbligo.

Le soluzioni di Intesa permettono una conversione completa, a partire dai dati prodotti dal cliente (siano essi formati strutturati come l’EDI o tracciati proprietari, o formati destrutturati quali ad es. il PDF), verso gli XML B2B, la trasmissione di tali fatture verso lo SDI, la gestione tramite un cruscotto specializzato degli stati e delle notifiche e la conservazione a norma della fattura originale XML e di un suo layout human readable. Il servizio è attivo anche per la fase di ricezione dell’XML B2B con trasformazione nel formato prescelto dal cliente per la gestione dei dati e relativa conservazione della fattura originale ricevuta e del suo layout human readable.

Le soluzioni di Intesa permettono una conversione completa, a partire dai dati prodotti dal cliente (siano essi formati strutturati come l’EDI o tracciati proprietari, o formati destrutturati quali ad es. il PDF), verso gli XML B2B, la trasmissione di tali fatture verso lo SDI, la gestione tramite un cruscotto specializzato degli stati e delle notifiche e la conservazione a norma della fattura originale XML e di un suo layout human readable. Il servizio è attivo anche per la fase di ricezione dell’XML B2B con trasformazione nel formato prescelto dal cliente per la gestione dei dati e relativa conservazione della fattura originale ricevuta e del suo layout human readable.

Ciclo attivo

Ciclo passivo

Conservazione a norma delle fatture emesse e ricevute

Le direttive AgID espresse nel Codice dell’Amministrazione Digitale richiedono di adottare un sistema in grado garantire l’autenticità dei documenti digitalizzati, a valenza legale e fiscale, mantenendone accessibilità e immutabilità per un periodo 10 anni.

Fattura B2B tramite il SdI: Intesa è pronta a partire con i suoi Clienti!

Si avvicinano le scadenze per adeguare i propri sistemi di fatturazione elettronica alla Legge di Bilancio 2018.

Fatturazione elettronica B2B: servizi a misura di business

Large business

Le soluzioni per la dematerializzazione, la conservazione a norma e la gestione dei documenti e dei processi aziendali.

Small business

I servizi Self in cloud per la dematerializzazione, disegnati per le aziende in cerca di soluzioni on-the-shelf, disponibili con pochi click.

L’universo della fatturazione elettronica tra privati (B2B)

Un viaggio di formazione composto da 5 webinar coordinati e tenuti da esperti di normativa, tecnologia e processi digitali, per comprendere le soluzioni più innovative per la fatturazione elettronica.

IN.TE.S.A. S.p.A. (Gruppo IBM)
Iniziative Telematiche per Servizi Applicativi

Intesa (Gruppo IBM) da 30 anni accompagna i clienti nella trasformazione digitale dei processi aziendali, aiutandoli a comunicare in rete in modo sicuro e integrando i loro processi con quelli dei partner commerciali a livello mondiale. Servizi e soluzioni SaaS sono fornite in ottica end to end: dallo scambio dati e portali di collaborazione alla gestione documentale, dalle soluzioni di firma elettronica alla tracciabilità delle merci e certificazione delle consegne, dalla fatturazione elettronica alla conservazione a norma, Intesa si pone come interlocutore unico lungo tutta la supply chain.

Contatta i nostri esperti

Intesa (Gruppo IBM) mette a disposizione la propria trentennale esperienza nello scambio elettronico di documenti di business e il suo ruolo di Trust Service Provider eIDAS, Conservatore Accreditato AgID, Access Point Peppol e intermediario abilitato verso lo SDI, per dare ai propri clienti la maggior efficienza possibile nella gestione dei processi di fatturazione elettronica nazionale ed internazionale.

Share This